illiano-2Termina in parità la partita tra Monte di Procida e Real Poggio, match valido per la settima giornata di campionato. La gara finisce con il risultato di 1 a 1 e per quello che si è visto è stato un punto guadagnato per i montesi che non hanno giocato al meglio. È comunque un punto che muove la classifica e che fa salire i flegrei a 10 punti in classifica. I cavallucci marini scendono in campo con il 3-5-1-1. In porta al posto di Cardamuro, per scelta tecnica, si rivedere Costagliola. In difesa a contrastare gli attaccanti, indossano la maglia da titolari Illiano, Marotta e Brusco. Sulla linea mediana troviamo Riccio, Lubrano, Caputo, Mazzella e Greco alle spalle dell’unica punta Barbella. Primo tempo scialbo di emozioni che si sblocca al 40° minuto quando Barbella, lanciato in area da Greco, scarta il portiere e realizza a porta vuota il goal del vantaggio per i giallo-blu, che chiude la prima frazione di gioco. Per l’attaccante flegreo sono ben 3 le reti messe a segno in altrettante partite da quanto veste la casacca del Monte di Procida. Il secondo tempo è più ricco di emozioni con gli ospiti che cercano il pareggio, che puntuale arriva al 15° minuto. La squadra di Poggiomarino può andare addirittura in vantaggio al 30° ma è bravo Costagliola ad imporsi tra i pali con un bell’intervento. La compagine di mister Illiano, con la solita girandola dei cambi cerca il forcing finale per trovare la vittoria ma il risultato non cambia. Con questo pareggio anche il Real Poggio muove la classifica, raggiunge quota 9 punti e rimane appaiata in classifica proprio dietro il Monte di Procida sempre ad un punto di distanza. La squadra, scesa in campo sottotono e senza giocare come sa, ha cercato la terza vittoria consecutiva tra le mura amiche che purtroppo non è arrivata, restando comunque imbattuta da 3 partite. Mister Illiano ora deve preparare in settimana al meglio la delicata trasferta del prossimo week-end a Capri. Gli isolani sono anche loro appaiati dietro i giallo-blu e sarà una partita da vincere a tutti i costi per non allontanarsi dalle parti alte della classifica.