atleticovesuvioDopo l’ultimo allenamento settimanale, in casa Monte di Procida sono stati sciolti gli ultimi dubbi di formazione, che hanno afflitto per tutta la settimana la testa di mister Illiano. Come previsto non sarà della partita contro l’Atletico Vesuvio, l’attaccante esterno Ricciardi, che si è dovuto arrendere al problema muscolare per una ricaduta nell’ultima seduta di allenamento. Ricciardi va dunque a riempire l’infermeria insieme ai lungodegenti Caputo A., distorsione alla caviglia e Di Costanzo, probabile pubalgia. In terra Vesuviana la squadra Montese vuole ben figurare, cercare continuità e scenderà in campo per tentare di strappare i 3 punti ai padroni di casa, che secondo Illiano, saranno la squadra “ammazza” campionato. Per la trasferta di Domenica, nonostante le assenze, l’allenatore opta per il consolidato 3-4-3, confermando in parte parecchi giocatori che sono scesi in campo nella prima di campionato. In caso di vittoria il Monte di Procida può candidarsi ad essere una delle sorprese del girone B.
PROBABILE FORMAZIONE: Costagliola- Illiano- Marotta- Brusco- Caputo M- Riccio- Greco- Valentino- Astuti- De Luca- Tizzano.
Sul fronte mercato sono arrivati i 3 acquisti attesi dall’allenatore. Indosseranno la casacca giallo-blu il difensore Ciotola, classe ’87, con alle spalle numerose presenze in serie D con la Puteolana 1902; il centrocampista Russo e l’attaccante Scarpa. I nuovi acquisti sono tutti abili e arruolabili e prenderanno parte alla trasferta Vesuviana.
FRONTE COPPA ITALIA “DILETTANTI”
Il casa giallo-blu è arrivata la notizia che la squadra non è riuscita a passare al turno successivo di coppa, perché i “cugini” del Procida hanno battuto in casa il Rione Terra, che ormai fuori dai giochi, ha schierato la juniores e ceduto il “pass” ai Procidani. È stato quindi per il Rione Terra un match più per testare i giovani che per fare risultato. Il Monte di Procida per passare il turno ha potuto sperare in 2 risultati a favore: il pareggio o la vittoria del Rione Terra, che però non ha fatto il “miracolo”.
Si attende ora solo il fischio d’inizio: Domenica 22 ore 11 al “Solaro” di Ercolano.