maxresdefaultIl Monte di Procida perde per la terza volta consecutiva. Questa volta i giallo-blu sono stati sconfitti 2 a 1 sul campo del Pro Pagani. L’unico rammarico per i Montesi è solo il risultato negativo che fa restare la compagine di mister Illiano a quota 3 punti in 4 partite, scivolando nei piani bassi della classifica. La squadra ha giocato bene e creato tante occasioni da goal, ma un po’ la sfortuna, un po’ un arbitraggio non all’altezza della partita, ha fatto salire a quota 10 punti il Pro Pagani. Ad inizio gara le due squadre si studiano a vicenda per cercare l’episodio vincente, ma più volte Tizzano non riesce a segnare il goal del vantaggio per i Flegrei in almeno 3 occasioni nitide, calciando alte sopra la traversa tutte le conclusioni. Nel calcio si sa: goal mangiato, goal subito e come una sentenza arriva il goal del Pro Pagani su calcio d’angolo intorno al 35° minuto. Il primo tempo finisce 1 a 0 per i padroni di casa, ma ben giocato dagli ospiti, che hanno meritato di chiudere in vantaggio la prima frazione di gioco, recriminando un rigore netto per un fallo di mano non fischiato dall’arbitro. Nella ripresa il copione non cambia, i Montesi, scesi in campo per ribaltare il risultato, giocando un calcio veloce e molto ordinato, trovano il pareggio grazie ad un calcio di rigore (questa volta concesso) per un fallo su Greco. Lo stesso centrocampista realizza dagli 11 metri intorno al 20° minuto. Quando il match sembrava avviarsi verso il pari, entra di scena l’arbitro che non vedendo un presunto fuorigioco dell’attaccante salernitano, permette a quest’ultimo di realizzare il goal vittoria. Siamo al 35° minuto del secondo tempo, ma purtroppo gli ultimi tentativi per il Monte di Procida non trovano l’effetto sperato. La partita si conclude sul 2 a 1. Secondo l’allenatore Illiano, con il recupero degli infortunati e con il gioco espresso in questa partita, la squadra si può togliere delle belle soddisfazioni cercando di andare oltre a quello che è l’obiettivo della società: una salvezza tranquilla. La svolta può avvenire già domenica prossima, quando al Vezzuto-Marasco arriva il Rione Terra, “derby” puteolano valido per la 5° giornata di campionato.