Milan vs Udinese - Serie A Tim 2012/2013E’ ormai quasi conclusa la rincorsa Europa League del Milan, un obiettivo che da utopico era improvvisamente diventato concreto, dopo un filotto di vittorie quasi impronosticabile. I rossoneri non hanno perso l’Europa all’Atleti Azzurri d’Italia, ma in un girone d’andata altamente insufficiente, dove sono stati gettati punti a grappolo in una situazione tecnica ed ambientale assolutamente complicata. 22 punti in 19 partite non sono ammissibili per un club come il Milan, nonostante le lacune sesquipedali della rosa e gli errori commesi in sede di calciomercato. Il girone di ritorno, con Seedorf alla guida, ha portato in dote 32 punti in 17 partite, prima che arrivasse lo scivolone (inatteso) sul campo dell’Atalanta. Una gara giocata piuttosto male dai rossoneri che erano comunque passati in vantaggio, grazie allo sfortunato autogol di Bellini. Dopo un primo tempo veramente scarno, anche vista la complicità di un modulo ormai superato, uscito dall’intervallo il Milan ha mostrato un volto diverso. Il 4-3-1-2, pur avendo funzionato nel derby, resta un sistema di gioco inapplicabile in mancanza di centrocampisti di qualità. Le differenze si sono viste nella ripresa con l’ingresso di El Shaarawy, che ha subito creato le condizioni dell’1-0. Il Milan spinto dalle ali dell’entusiasmo sembrava poter chiudere la gara, ma è mancato (come spesso accaduto) il killer instinct. Gli uomini di Colantuono si sono rimessi a posto, riuscendo a pareggiare la gara su rigore causato da un intervento goffo di Constant. Sull’1-1 i rossoneri hanno tentato di riportarsi in vantaggio, ma dopo il palo di Balotelli è stata l’Atalanta a gioire, grazie ad un eurogol di Brienza negli ultmi secondi di gioco.

Il tabellino
Atalanta: Consigli, Raimondi, Benalouane, Bellini, Brivio; Cigarini, Baselli (dal 74′: Migliaccio), Carmona, Bonaventura (dal 68′: De Luca); Moralez (dal 87′: Brienza), Denis. A disp.: Sportiello, Frezzolini, Scaloni, Giorgi, Bentancourt, Caldara, Del Grosso, Kone, Nica. All. Stefano Colantuono
Milan: Amelia, De Sciglio, Mexes, Rami, Constant; de Jong, Montolivo, Muntari (dal 75′: Taarabt), Honda (dal 45′: El Shaarawy); Kakà (dal 80′: Pazzini), Balotelli. A disp.: Coppola, Gabriel, Robinho, Essien, Poli, Zapata, Abate, Bonera, Emanuelson. All. Clarence Seedorf
Marcatori: 52′ Bellini (A) autogol, 67′ Denis (A), 90+5′ Brienza (A)
Ammoniti: 69′ Raimondi (A), 69′ Mexes, 84′ Migliaccio (A) 90+2 Taarabt
Espulsi: nessuno