pazziniTutto bene quel che finisce bene: il Milan espugna il Sant’Elia, stadio cantiere, ottiene la seconda vittoria consecutiva in campionato della gestione Seedorf e sale a cinque punti dal quinto posto, risollevando il morale dopo l’eliminazione dalla Coppa Italia. La vittoria è arrivata in modo rocambolesco all’ultimo respiro, quando molti tifosi rossoneri erano forse già rassegnati all’ennesima deludente sconfitta di una stagione tribolata e, invece, hanno assistito a una rimonta che conferma la curiosa tendenza del Milan, che è la squadra che ha segnato di più nell’ultimo quarto d’ora delle partite e ciò dimostra che almeno i rossoneri ci provano fino alla fine e non mollano mai. Come già sottolineato dopo la brutta sconfitta di mercoledì scorso contro l’Udinese, tutto è cambiato. Il bel gioco è solo nelle intenzioni o, comunque, si vede solo a sprazzi; le ingenuità difensive proseguono e, infatti, il Milan ha letteralmente regalato il gol del vantaggio al Cagliari. La cosa davvero positiva sono i risultati, perchè mai il Milan aveva vinto due partite consecutive in campionato e in trasferta aveva conquistato i tre punti solo a Catania. Se non altro Seedorf è abbastanza fortunato, virtù che non guasta mai, perchè se domenica scorsa contro il Verona il rigore decisivo era stato un ingenuo regalo di Gonzalez, questa volta la punizione del pareggio è arrivata per una “follia” di Cabrera, che ha innescato la rimonta rossonera che nemmeno il più ottimista dei tifosi avrebbe ipotizzato in quel momento, perchè il Milan stentava a creare occasioni e sembrava spento e, invece, in pochissimo tempo ha ribaltato tutto, dimostrando ancora una volta che il calcio è strano, bizzarro e imprevedibile.

Il Tabellino
Cagliari (4-3-1-2): Avramov; Pisano, Rossettini, Astori, Murru; Dessena, Conti, Ekdal (75′ Eriksson); Cossu; Pinilla, Sau (69′ Cabrera). A disp.: Adàn, Del Fabro, Perico, Eriksson, Ibraimi, Solinas. All.: Lopez
Milan (4-2-3-1): Amelia; De Sciglio, Bonera, Rami, Emanuelson (77′ Abate); De Jong (69′ Muntari), Montolivo; Honda, Robinho (61′ Pazzini), Kakà; Balotelli. A disp.: Gabriel, Coppola, Constant, Mexes, Birsa, Cristante. All.: Seedorf
Arbitro: Doveri
Marcatori: 29′ Sau (C), 86′ Balotelli, 89′ Pazzini (M)
Ammoniti: Conti, Cossu, Cabrera (C), Balotelli (M)