seedorfLa 27ma del campionato di serie A proponeva gli scontri diretti incrociati tra le prime quattro della classifica. I responsi di queste due sfide lasciano aperta, grazie al gol di Callejon che stende la Roma al San Paolo, almeno la lotta per il secondo posto valido per l’accesso diretto alla champions; infatti un risultato diverso nella sfida tra Napoli e Roma avrebbe definitivamente congelato le posizioni del quartetto di testa, con la Juve in fuga solitaria per il titolo e la Fiorentina comunque troppo distaccata per insidiare il terzo posto del Napoli.
Per il resto c’è poco da eccitarsi; ad eccezione di Inter e Parma, che si giocheranno il quarto ed il quinto posto per l’accesso al Europa League (la Fiorentina finalista di coppa Italia è già qualificata), e della lotta per la salvezza che vedrà coinvolte almeno 4/5 squadre fino alla fine il resto delle formazioni di A non ha quasi più nulla da chiedere a questo torneo e possono tranquillamente aspettare maggio limitandosi a gestire la loro attuale posizione di classifica.
Ci si poteva aspettare qualcosa di più in questa fase da Milan e Lazio, le due grandi deluse di questo campionato, ma le ultime sconfitte contro Udinese e Atalanta hanno dimostrato come nemmeno i cambi in panchina effettuati dalle società sono riusciti a raddrizzare il verso di una stagione che per rossoneri e biancocelesti è iniziata male e rischia di concludersi con un fiasco che le tifoserie faranno fatica a dimenticare.