milan-atleticoIl Milan cade in casa contro l’Atletico Madrid, nella gara di andata degli ottavi di finale di Champions League, grazie ad un gol del solito Diego Costa, arrivato solo nei minuti finali. Una partita che sulla carta doveva essere senza storia, come sottolineano le classifiche delle due squadre nei loro rispettivi campionati, invece si è rivelata abbastanza equilibrata, con un Milan andato oltre le più rosee aspettative, dimostrando, anche se a tratti, tanta grinta e bel gioco. La squadra di Clarence Seedorf, spinta dai 70 mila del Meazza,  è riuscita nell’arduo compito di sopprimere i contropiedi avversari, considerati un po’ l’anello di forza dei Colchoneros. I rossoneri hanno messo sotto gli avversari per tutto il primo tempo, andando più volte vicino al vantaggio, una rete negata solo dalla sfortuna, con ben due legni colpiti, il primo con Kakà ed il secondo con Poli dopo un miracoloso intervento di Courtois. “Bisogna ripartire da qui, bisogna ripartire dal primo tempo di ieri” dice il tecnico olandese, il quale nutre profonde speranze di qualificazione, speranze che sembravano mancare prima della gara di andata.