Matteo Darmian, terzino del Torino in orbita mercato Napoli

Matteo Darmian, terzino del Torino in orbita mercato Napoli

Dopo l’acquisto di Valdifiori e il ritorno tra i pali dello spagnolo Reina, sta prendendo forma il nuovo Napoli targato Maurizio Sarri. Il neo tecnico infatti vuole costruire una squadra giovane e soprattutto fatta di elementi affamati di vittorie. La società è alla ricerca di un terzino e non molla la pista che porta a Matteo Darmian del Torino. Per il giocatore è stata presentata un’ultima offerta di 10 milioni di euro più i cartellini di 3 giocatori: Jorginho, riscattato da qualche giorno dall’Hellas Verona, Zapata ed El Kaddouri. Quest’ultimo, dopo la fine del campionato, pareva intenzionato a non rivestire la maglia la granata, ma oggi sembra abbia cambiato idea. De Laurentiis e Cairo continuano a lavorare soprattutto sulla parte economica, per cercare di regalare a Sarri il secondo acquisto italiano di mercato.

SCHEDA DEL GIOCATORE MATTIA DARMIAN
Matteo Darmian nasce a Legnano il 2 Dicembre 1989. È un terzino che può giocare su entrambe le fasce del campo, nonostante prediliga la corsia di destra. La sua duttilità gli permette di giocare anche come difensore centrale, ruolo nel quale peraltro è cresciuto. È dotato di buona qualità di gioco e di senso tattico. Cresciuto nelle giovanili del Milan, il cui scopritore è stato Beniamino Abate (padre di Ignazio), ha fatto il suo debutto con la maglia rossonera non ancora diciassettenne in Brescia Milan (1-2) di Coppia Italia nel 2006. In campionato debutta nella massima serie nel 2007 in Milan-Udinese (2-3). Tuttavia è divenuto leader e capitano della formazione Primavera disputando in 2 anni, dal 2007 al 2009, 38 partite e mettendo a segno un goal. Chiude l’esperienza milanista collezionando 4 presenze in Serie A. Il 17 Luglio 2009 il Milan lo manda in prestito al Padova, formazione di Serie B, e il terzino gioca in totale 22 partite realizzando il suo primo goal tra i professionisti in Ancona-Padova (2-2). A fine campionato ottiene la salvezza battendo ai play-out la Triestina, ma il club decide di non riscattarlo dal prestito annuale e il giocatore ritorna così al Milan. Nel 2010 viene acquistato dal Palermo e in maglia rosanero fa il suo debutto nell’incontro di Europa League in Sparta Praga-Palermo (3-2), che gli è valsa la prima partita in una competizione europea. Gioca la prima partita di campionato con il nuovo club nella vittoriosa trasferta per 3 a 1 sulla Juventus. Chiude la positiva stagione tra campionato, Coppa Italia ed Europa League con 16 presenze. Nel 2011 passa al Torino e con il club granata ottiene una promozione dalla B alla A alla sua prima stagione e successivamente la qualificazione all’Europa League. Dal 2011 fino al campionato appena trascorso ha collezionato 133 presenze arricchite da 4 reti.

ESPERIENZA IN NAZIONALE: dopo aver giocato in Nazionale Under-17 e Under-18, nel luglio 2008 ha partecipato da titolare all’Europeo di categoria con l’Under-19 allenata da Rocca. Nel 2009 ha partecipato ai Giochi del Mediterraneo disputando 7 incontri con l’Under-20 e il 25 marzo 2009 ha esordito nella Nazionale Under-21 guidata da Pierluigi Casiraghi, nella partita amichevole Austria-Italia (2-2) giocata a Vienna. Dal 10 al 12 marzo 2014 è stato convocato dal CT della Nazionale maggiore Cesare Prandelli per uno stage organizzato allo scopo di visionare giovani giocatori in vista dei campionati mondiali brasiliani, venendo riconfermato per il raduno successivo del 14 e 15 aprile. Data l’ottima stagione con il Torino, il 13 maggio 2014 è stato inserito nella lista di 30 calciatori pre-convocati per il massimo torneo continentale. Esordisce in Nazionale il 31 maggio 2014, a 24 anni, giocando titolare come terzino destro nella partita amichevole Italia-Irlanda (0-0) disputata a Londra ed il giorno successivo è inserito nell’elenco dei 23 giocatori convocati per il Mondiale 2014. Il 14 giugno esordisce nel torneo giocando da titolare la partita contro l’Inghilterra vinta dagli azzurri per 2-1 e risultando uno dei migliori in campo. Gioca anche le successive due partite del girone contro Costa Rica e Uruguay, perse entrambe per 1-0, che determinano l’eliminazione dell’Italia. Nella disfatta brasiliana, visto le ottime partite disputate, a inizio 2015 viene premiato con il “Pallone Azzurro” come miglior giocatore della Nazionale per il 2014.

PALMARES: 1 Uefa Champions League (Milan 2006-2007); 1 Supercoppa Uefa (Milan 2007).
PALMARES INDIVIDUALE: Gran galà del calcio AIC come squadra dell’anno 2014; Pallone Azzurro 2014.