Con l’ufficialità dell acquisto di Stevan Jovetic, la nuova Inter di Roberto Mancini sta prendendo sempre di più la forma che ha in mente il tecnico jesino; si sa però che oltre alle varie entrate bisogna far fronte agli esuberi, i giocatori cosiddetti “di troppo” che non rientrano nei piani dell’allenatore. Andiamo allora ad analizzare insieme i sei nomi caldi che hanno le valigie pronte e che non sono stati convocati per la trasferta di domenica sera, che vedrà i nerazzurri impegnati in amichevole contro il Galatasaray.

D'Ambrosio in uscita dall'Inter. Piace a Sarri

D’Ambrosio in uscita dall’Inter. Piace a Sarri

Yuto Nagatomo, 12 settembre 1986 (età 28), Saijo, Prefettura di Ehime, Giappone; l’esterno giapponese ha molte offerte provenienti soprattutto dall’estero e l’interesse più concreto è stato mostrato proprio dal Galatasaray, e non è da escludere che rientri nella trattativa per portare Felipe Melo in nerazzurro.
Saphir Taïder, 29 febbraio 1992 (età 23), Castres, Francia; il centrocampista, che l’anno scorso ha vestito la maglia del Sassuolo, è destinato ad essere ceduto vista la forte concorrenza che si ritrova quest’anno sulla linea mediana, anche se al momento non sono pervenute offerte concrete per il franco algerino da parte di altre società.
Nemanja Vidic, 21 ottobre 1981 (età 33), Užice, Serbia; il centrale serbo è stata una delle delusioni dello scorso anno e, dopo l’ottimo pre-campionato, i guai fisici e poi il cambio di tecnico, lo hanno messo ai margini della squadra. Vista la sua esperienza internazionale, non dovrebbe essere difficile una sua cessione, si ipotizza un ritorno in Premier League.
Marco Andreolli, 10 giugno 1986 (età 29), Ponte dell’Olio; a detta del suo agente lascerà i nerazzurri viste le tante richieste pervenute specialmente dalla Serie A. Forte la Fiorentina su di lui, la cessione è inevitabile, visti anche gli acquisti di due centrali puri come Miranda e Murillo.
Danilo D’Ambrosio, 9 settembre 1988 (età 26), Napoli; la vera sorpresa delle ultime ore, il terzino sembrava un “intoccabile” anche a detta di Mancini, ma le tante offerte come quella dello Schalke 04, che è disposto a sborsare 8 milioni, hanno fatto sì che anche il napoletano finisse sul mercato, vista la plusvalenza che si ricaverebbe da una sua cessione (l’Inter lo acquistò dal Torino per nemmeno 2 milioni di euro). Piace molto anche al nuovo Napoli di Maurizio Sarri, che dopo i problemi nella trattativa per Vrsaljko, sembra interessato all’esterno partenopeo. Possibile scambio con Zuniga?
Xherdan Shaqiri, 10 ottobre 1991 (età 23), Gnjilane; dulcis in fundo, il vero tormentone di quest’estate calcistica. Arrivato a gennaio come “salvatore della patria”, Mancini ha chiaramente espresso che può fare a meno di lui e lo Schalke è sempre alla finestra in attesa del sì dello svizzero, sul quale in queste ultime ore sono ripiombate anche tre squadre della Premier.