Matías KranevitterBentornati ad un nuovo appuntamento della nostra rubrica “Talent Scout”, nella quale andiamo ad analizzare ogni settimana un nuovo profilo del calcio internazionale che per potenzialità e qualità finora espresse è destinato a diventare un vero e proprio top player. Oggi ci andremo ad occupare di Matías Kranevitter, mediano classe ’93 che militerà nel River Plate fino a Gennaio 2016, quando poi passerà all’Atletico di Madird che il 29 agosto si è assicurato le prestazioni del talento argentino con un contratto quinquennale. Kranevitter nasce a(San Miguel de Tucumán il 21 maggio 1993 e nel 2012 passa dalle giovanili del River in prima squadra, dove si mette subito in mostra per le sue caratteristiche polivalenti; in patria infatti viene subito paragonato al connazionale Javier Mascherano per presenza in campo e senso della posizione. Fa della grinta e del recupero palla i suoi cavalli di battaglia, non disdegnando però anche incursioni offensive essendo dotato di una discreta tecnica. Le sue abilità, in estate, hanno interessato anche gli osservatori dell’Inter che sono stati ad un passo dall’acquisto del giocatore che sarebbe poi stato girato in prestito alla Sampdoria o al Chievo Verona, alla fine però, complici anche le distrazioni nerazzurre su altri profili, hanno fatto si che la dirigenza dei Colchoneros si sia assicurata il giovane talento che può già vantare nel suo palmarès la conquista della Copa Libertadores con il River e l’esordio con la nazionale argentina avvenuto il 4 settembre in amichevole contro la Bolivia, giocando per tutti e 90 i minuti. L’ultima missione che il club di Buenos Aires chiede al suo gioiello è la conquista del Mondiale per club che si terrà a dicembre, prima del suo definitivo trasferimento in Spagna alla corte del Cholo Simeone, per dimostrare il suo valore anche in campo internazionale.