pellèUna brutta Italia vince a Malta grazie ad una rete di Pellè e continua a viaggiare a punteggio pieno per la strada che porta a Euro 2016. A dire il vero, il dato statistico è l’unica cosa confortante mentre il resto è un pò da rivedere. Tanta fatica contro l’Azerbaigian, stessa situazione contro Malta; è chiaro che ciò che sta mettendo in campo la squadra di Antonio Conte, se nella fase di qualificazione contro avversari mediocri può bastare, non si può dire lo stesso per quando si andrà a giocare la fase finale degli Europei contro squadre di calibro nettamente superiore. Dunque, c’è ancora tanto da lavorare per il tecnico pugliese ex Juventus che se non altro sembra aver ascoltato quanto scritto su questa testata giornalistica visto che ha escluso Zaza rimpiazzandolo con Pellè che sicuramente ha dato quel quid in più rispetto all’attaccante del Sassuolo, non solo per il goal realizzato ma anche per la fisicità e la forza nel gioco aereo che ha messo a disposizione dell’attacco azzurro. Chiusa la parentesi dedicata alle nazionali si torna a concentrarsi sul campionato.

Il tabellino

Malta (3-5-2): Hogg; Agius, Camilleri, Alex Muscat; Paul Fenech, Mintoff (27′ st Baldacchino), Failla (45′ st Bezzina), Briffa, Rowen Muscat; Mifsud, Schembri (39′ st Cohen). A disposizione: Haber, Vella, Grioli, Zach Muscat, Kristensen, R. Fenech, Pisani, Scicluna, Farrugia. All. Ghedin

Italia (3-5-2): Buffon; Darmian, Bonucci, Chiellini; Candreva, Florenzi (14′ st Aquilani), Verratti, Marchisio, Pasqual; Pellé (31′ st Ogbonna), Immobile (20′ st Giovinco). A disp: Sirigu, Perin, Ranoccia, De Sciglio, Parolo, Poli, Pirlo, Destro, Zaza. All. Conte

Arbitro: Hategan (Romania)

Marcatori: 23′ Pellé

Ammoniti: Briffa (M); Darmian (I)

Espulsi: Mifsud (M) Bonucci (I)