dicarloNapoli – Ancora una volta, come in passato mister Di Carlo è riuscito ad imbrigliare il Napoli. Un Napoli che  conferma la mancanza di un vice Higuain, un attaccante che la butta dentro quando il fuoriclasse argentino non può essere della partita. La squadra di Benitez in quel di Livorno parte bene e sfiora il goal in più occasioni fino a trovare il vantaggio grazie ad un calcio di rigore trasformato da Mertens. Purtroppo, non troppo tardi arriva il pareggio toscano con un rocambolesco autogoal di Reina. Da quel momento e per tutta la ripresa si alternano azioni pericolose dei padroni di casa e degli ospiti ma il risultato resta bloccato. Un 1-1 che conferma le difficoltà dei partenopei quando si tratta di giocare contro una “piccola” del nostro campionato. Una vera e propria febbre da squadre di medio/bassa classifica, se si considerano i punti persi dall’inizio della stagione finora contro questa tipologia di team. In questo contesto vanno evidenziate le buone prove di Mertens, sempre pericoloso ed incisivo con i suoi spunti e di Jorginho, autore di un recupero difensivo nel secondo tempo che vale quanto una realizzazione di una rete. Reina,  eccezion fatta per lo sfortunato episodio in occasione del goal subito non ha demeritato. Prosegue il periodo no di Pandev che non riesce a fare la differenza come sa fare quando è nella condizione psico-fisica ottimale. Da domani inizia una settimana di impegni da parte dei calciatori con le rispettive nazionali, settimana che si concluderà con il posticipo di Domenica sera tra Napoli – Roma, proprio quella Roma di cui si è persa oggi la possibilità di ridurre il ritardo in classifica e rendere meno improbabile la rincorsa al secondo posto.