eusepiNel 11ma giornata del girone C del campionato di Lega Pro, segnata dal grande spavento per l’incidente occorso a Mencino, da segnalare per le formazioni campane un turno favorevole con ben cinque vittorie un pareggio, l’unica perdente è stata l’Ischia, sconfitta nel derby di giornata dalla Casertana.

Reggina – Aversa Normanna 1-1:

Deludente pareggio nella sfida salvezza che vedeva opporsi al Granillo l’Aversa Normanna ai padroni di casa della Reggina. Gli amaranto partono forte e sembravo poter fare bottino pieno quando al 18′ minuto Louzada infila l’1-0 a conclusione di una bella ripartenza. Ma dopo il vantaggio i calabresi calano d’intensità e si fanno raggiungere dal gol di De vena, che sfrutta un clamoroso errore della retroguardia locale. Nella ripresa la Reggina prova a trovare il gol partita, ma paga la poca precisione dei suoi giocatori sotto porta, il match si chiude così in parità tra le contestazioni dei pochi spttatori presenti.
Benevento – Vigor Lamezia 3-1:

Contiuna la fuga del Benevento che grazie al successo sul Vigor Lamezia resta a +3 sulle insegiutrici. I sanniti passano dopo 19′ minuti con Eusepi. Gli ospiti sfiorano il pareggio in più di un occasione, in particolare con Del Sante che sbaglia anche un rigore, ma i padroni raddoppiano ancora con Eusepi al 70′. Del Sante alla fine va a segno e sembra riaprire i giochi, che si chiudono però a favore del giallorosso con la rete di Agyei al 89′
Matera – Salernitana 1-2:

Il tempo al Franco Salerno di Matera si è fermato al minuto 5′, quando Ettore Mendicino si è ritrovato in terra privo di sensi a seguito di uno scontro di gioco. Momenti di panico, con alcuni dei giocatori in campo che hanno però la fredezza di prestare i primi soccorsi a Mendicino, a cui segue l’arrivo del ambulanza e la gara che riprende dopo 15 minuti con l’arrivo delle prime notizie confortanti dal ospedale. Gli eventi di nota strettamente calcistici del pomeriggio avvengono nella ripresa con Colombo che,in avvio, porta in vantaggio gli ospiti sugli sviluppi di calcio d’angolo; al 23′ i locani paeggiano con Madoinia e si ritrovano dopo poco in superiorità numerica a seguito del espulsione di Bovo, ma al 72′ Franco regala la vittoria ai granata mettendo in rete un suggerimento di Colombo.
Casertana – Ischia 3-1:

Vittoria più complicata del previsto per la Casertana nel derby con l’Ischia. I padroni di casa partono bene sembrano avere il controllo della gara, ma al 33′ sono gli isolani a trovare il vantaggio con Ingretolli, la squadra di Gregucci accusa un pò il colpo ma trova l’1-1 prima del intervallo con Bianco. I padroni nel secondo tempo scendono in campo per agguantare i tre punti, e riescono a chiudere la pratica nel giro di due minuti con i gol di Diakité e col rigore di Cissè.

Paganese – Barletta 2-1:

Ritrova la vittoria, dopo oltre un mese, e si allontana dai bassifondi della classifica la Paganese. Dopo un primo tempo senza emozioni la gara si accende nel secondo tempo. Deli apre le marcature dopo 64′ minuti con un tiro a girare che chiude una bella azione personale, al 72′ il Barletta pareggia con uno stepitoso Floriano che alta due avversaricon un pallonetto prima di battere il portiere con destro al volo; nel finale ci pensa Tartaglia a siglare il 2-1 decisivo che riporta la Paganese al successo.
Juve Stabia – Lupa Roma 2-0:

Secondo successo di fila per la Juve Stabia che, battendo in casa la Lupa Roma, mantiene la seconda posizione in classifica. I gol uno per tempo: al 33′ Gammone porta avanti le vespe, che chiudono il match nella ripresa, a venti minuti dalfischio finale, con Ripa appena entrato dalla panchina. Per i laziali continua l’astinenza da vittorie, che dura ormai da quattro turni.