europal.Siamo giunti alla vigilia di Napoli – Porto, gara che si giocherà in una bolgia. Si prevede infatti il tutto esaurito al San Paolo grazie anche alla politica della società di adottare prezzi super accessibili per dare la possibilità al popolo partenopeo di dare una spinta agli azzurri che devono recuperare un goal, dopo che il match d’andata è finito 1-0 in favore dei portoghesi. Bisogna conquistare assolutamente i quarti di finale di Europa League, un obiettivo all’altezza della squadra di Benitez. Proprio il tecnico spagnolo in conferenza stampa ha sottolineato l’importanza della spinta dei tifosi partenopei definendola “determinante”. Behrami invece attende la partita di domani per “capire chi siamo”. Il centrocampista svizzero ha fatto intendere che non ci sarà un atteggiamento guardingo e di contenimento come nella gara d’andata ma si andrà a pressare alti gli avversari fin dai primi minuti. E’ inoltre consapevole che per giocare in questo modo si devono prendere dei rischi maggiori. Bisognerà comunque fare attenzione a non sbilanciarsi troppo perche subire un goal complicherebbe notevolmente il discorso qualificazione. Passaggio del turno in cui crede l’allenatore del Porto; Luis Castro è infatti convinto che nonostante le diverse assenze importanti, riuscirà a trovare le giuste soluzioni per ovviare al problema. Per quanto concerne i convocati azzurri, Zuniga, come ormai accade da diversi mesi non figura nell’elenco per il match di domani sera ma stamattina si è allenato con la squadra. Dunque il suo ritorno in campo in una gara ufficiale è molto vicino. Questi i convocati di Rafa Benitez:

Reina, Colombo, Contini, Reveillere, Ghoulam, Henrique, Albiol, Fernandez, Britos, Dzemaili, Behrami, Inler, Mertens, Callejon, Insigne, Pandev, Hamsik, Higuain, Duvan.

Infine una raccomandazione per tutti i tifosi del Napoli arriva da Alessandro Formisano. L’ Head of Operations della SSC Napoli chiede ai supporters partenopei di rispettare tutte le norme Uefa, come ad esempio il non sedersi sulle scale e il non accendere fumogeni. Il San Paolo è infatti già squalificato ma con la condizionale pertanto alla prima regola Uefa che non sarà rispettata, la squalifica diventerà effettiva e gli azzurri saranno costretti a giocare la gara successiva in casa lontano dal Vesuvio.