Il punto sulla Serie A dopo il 18° turno di campionato

La 18^giornata del campionato italiano di Serie A ci ha offerto due grandissimi big match dove a contendersi i tre punti in palio ci sono le prime quattro squadre in classifica, Napoli-Juventus e Roma-Lazio. Anche in chiave salvezza si sono disputate sfide importanti come Cagliari-Cesena, Verona-Parma ed Atalanta-Chievo. Ma andiamo con ordine.

La settimana del selfie di Totti dopo la doppietta firmata alla Lazio che ha permesso ai giallorossi di ottenere almeno il pareggio

La settimana del selfie di Totti dopo la doppietta firmata alla Lazio che ha permesso ai giallorossi di ottenere almeno il pareggio

La giornata si è aperta con la sfida di sabato 10 gennaio delle ore 18.00 tra Sassuolo ed Udinese; nonostante i problemi di formazione i friulani sono riusciti a limitare i danni ottenendo un punto prezioso sul campo di un agguerrito Sassuolo. Al momentaneo vantaggio firmato Simone Zaza ha risposto l’attaccante Thereau, impegnato nell’arduo compito di sostituire e non far rimpiangere l’assenza del fenomeno Totò Di Natale. Nell’altro anticipo di sabato alle ore 20.45 il Milan frena ulteriormente la propria corsa al terzo posto, uscendo così dall’Olimpico di Torino con un punto a dir poco sacrosanto. I granata infatti, nonostante lo svantaggio iniziale, a causa di un rigore procurato e firmato da Menez, sono riusciti a riequilibrare la gara con grinta e determinazione, il pari porta una firma importante quella di capitan Glik, che diventa così il miglior marcatore del Torino con cinque centri. In classifica i rossoneri scivolano all’ottavo posto, a meno cinque lunghezze dall’obiettivo dichiarato, cioè il terzo posto.

La domenica calcistica si apre con il lunch match tra Inter e Genoa, terminata con il risultato di 3-1 in favore dei nerazzurri. Palacio, Icardi e poi Vidic i marcatori che hanno permesso a mister Mancini di superare in classifica il Sassuolo e di posizionarsi al decimo posto. Il Genoa non è apparso in gran forma e sembra aver perso quello smalto e quella lucidità mostrate nell’ultima vittoria datata 7 dicembre, quando riuscì a batter il Milan per 1-0. Da allora 4 gare e un solo punto e domenica al Marassi arriva il Sassuolo.

Alle h 15 occhi puntati sul derby capitolino, Roma e Lazio oltre all’onore si giocano tre punti di vitale importanza. Come volevasi dimostrare, la partita termina con il risultato di parità, un 2-2 al cardiopalma, doppio vantaggio della Lazio nel primo tempo grazie alla coppia Mauri-Anderson, nella ripresa sale in cattedra il fuoriclasse, Francesco Totti che con una splendida doppietta e conseguente selfie con la curva sud riporta la Roma in corsa scudetto ed i biancocelesti a debita distanza. Risultato che accende ancora di più la sfida del San Paolo tra Napoli e Juventus prevista per le ore 20.45. Cornice fantastica quella di Napoli per il ricordo della scomparsa del talento musicale Pino Daniele, rovinata però dall’ennesima incapacità arbitrale del sig. Tagliavento, apparso in netta difficoltà e confusione. Gara mediocre che può essere riassunta con pochissime parole: Pogba, Caceres e Tagliavento. L’asso francesce mette a segno un gol strepitoso, il terzo in carriera al Napoli e di pregevole fattura, unica nota positiva in una serata amara per il calcio italiano. La Juve sfrutta comunque meglio gli episodi ed espugna il San Paolo dopo 14 anni, il risultato finale recita 1-3 per i bianconeri, con tanto lavoro per i moviolisti. Esulta la Juve, esulta la Lazio. I bianconeri si riportano a +3 dalla Roma (matematicamente i piemontesi sono campioni d’inverno con un turno d’anticipo) e la Lazio invece è per la prima volta in solitaria al terzo posto a +1 dalla coppia Napoli-Sampdoria.

Proprio i blucerchiati, ritornando alle gare svolte alle h 15, hanno conquistato tre punti importantissimi tra le mura amiche del Galileo Ferraris battendo l’Empoli di Tavano per 1-0; il match-winner è stato l’attaccante doriano Eder. Nelle altre gare emerge la vittoria della Fiorentina, i viola conquistano una vittoria emozionante battendo 4-3 il Palermo e riemergendo in classifica al sesto posto scavalcando appunto Palermo, Milan e Genoa.

La 18^giornata del campionato offre spunti importanti anche in zona salvezza, si affrontano infatti tra loro molte squadre impegnate nella lotta alla permanenza in Serie A. Nel match di Verona l’Hellas conquista una vittoria decisiva per la corsa alla salvezza condannando così il Parma ad essere ancora una volta il fanalino di coda in classifica. Per la cronaca Verona-Parma termina 3-1. Un’altra gara importante per la salvezza è quella vinta e dominata dal Cagliari per 2-1 sul Cesena. I sardi seppur terzultimi si portano a 15 punti, a +6 dalla coppia Cesena-Parma, sempre più condannate alla Serie B. In quest’ottica punto prezioso è quello conquistato da Atalanta e Chievo, terminata con il risultato di 1-1.

Ecco la classifica completa dopo 18 giornate:

1. Juventus 43
2. Roma 40
3. Lazio 31
4. Sampdoria 30
5. Napoli 30
6. Fiorentina 27
7. Genoa 27
8. Milan 26
9. Palermo 25
10. Inter 25
11. Sassuolo 24
12. Udinese 23
13. Verona 21
14. Torino 19
15. Chievo 18
16. Empoli 18
17. Atalanta 17
18. Cagliari 15
19. Cesena 9
20. Parma 9

Ecco invece il prossimo turno, 19^ giornata:

sabato 17 gennaio
h 18.00 Empoli-Inter
h 20.45 Palermo-Roma

domenica 18 gennaio
h 12.30 Lazio-Napoli
h 15.00 Cesena-Torino, Chievo-Fiorentina, Genoa-Sassuolo, Milan-Atalanta, Parma-Sampdoria, Udinese-Cagliari
h 20.45 Juventus-Hellas Verona

La redazione de ilcalciocheconta.com vi ricorda di non perdere l’appuntamento settimanale con la rubrica dei consigli sulle scommesse sportive in programma ogni week-end. Stay tuned!