Trapani – Juve Stabia 3-0
Matteo-MancosuIl Provinciale dà il suo primo verdetto per quanto riguarda le retrocessioni. La Juve Stabia lascia la serie B dopo tre anni di militanza ma esce dallo stadio siciliano a testa alta: «Sono dispiaciuto per come è finita – dice il tecnico Braglia – è stata una stagione nata male e conclusa peggio. Anche questa partita è stata un film già visto, dove spesso abbiamo creato senza però riuscire a concretizzare». Ma la Juve Stabia, tutt’altro che rassegnata, non rinuncia a tentare qualche sortita nonostante il netto predominio del Trapani e al 36’ Ciancio impegna Nordi in una deviazione in angolo. Al 41’ Contini, già ammonito, si fa espellere per un fallo su Garufo e il Trapani arrotonda il punteggio allo scadere sull’asse Nizzetto-Gambino- Ciaramitaro con conclusione vincente di quest’ultimo.
Avellino – Crotone 2-0

Rastelli1Un successo per rientrare nel giro playoff. Dopo tre giornate l’Avellino torna a vincere e ferma il Crotone, che interrompe una serie utile di 8 partite ma conserva il quarto posto. I gol di Schiavon in apertura e di Galabinov (dodicesimo centro) sui titoli di coda sigillano una prova ricca di ritmo e lucidità tattica. Gara condizionata dal terreno pesante per il violento acquazzone (anche grandinata) abbattutosi sul Partenio-Lombardi nel primo tempo. Uno scenario che ha penalizzato il gioco solitamente brioso dei calabresi, mentre ha esaltato la ritrovata migliore condizione degli irpini. Rastelli ridisegna l’Avellino col 4-3-1-2. Zappacosta arretra in difesa dove trova spazio Izzo. Squalificato Arini, a metà campo riecco Togni e Schiavon, con Ladriere sulla trequarti. In avanti c’è Galabinov. Nel Crotone, out Gomis (risentimento muscolare) durante il riscaldamento: va in panchina, al suo posto tra i pali è andato Secco. Altre novità: Ligi in difesa e Dezi in mediana. Scatta subito l’assalto dei campani. Al 9’ matura il gol di Schiavon, destro angolato dalla distanza su ribattuta di Secco dopo un traversone di Galabinov. Il Crotone prova a sbrecciare sulla fascia prediletta, quella sinistra. La pioggia insabbia geometrie e buca le forze. Irpini attenti a governare il vantaggio. Nel recupero, precisamente al 48’ Galabinov va via a Crisetig scarta Secco e firma l’agognato 2-0