Tony Costagliola

Tony Costagliola

ISOLA DI PROCIDA: Bardet 6,5, Esposito 6,5, De Gregorio 6 (15’ st Visaggio 6,5), Aprile 6, Vallefuoco 6, Fiorillo 6,5, Muro 6 (27’ st Costagliola L. 6), Marigliano 6, D’Auria 6, Costagliola A. 6,5 (45’ st Minauda sv), Marsicano 6. (In panchina Scotto di Marrazzo, Lubrano, Cibelli, Barone) All. Lubrano Lavadera Biagio 6,5

STASIA SOCCER: Amato 6,5, De Falco 6, Bottiglieri 6, Puccinelli 6,5, Ayari 6, Caiazza 6,5, Arenella 5,5 (32’ st Coronella sv), Di Costanzo 6, De Micco 6, Colucci 6, Miele 5,5 (32’ st Greco sv). (In panchina Annunziata, Tufo, De Mato, Martino, Evangelista) All. Renna Giovanni 6

ARBITRO: De Martino Harley di Napoli 5 (ass. Brandi Danilo di Napoli e Autiero Giovanni di Ercolano)

RETI: 44’ st Costagliola A.

NOTE: calci d’angolo 3-2 per il Procida. Ammoniti Esposito (P), Colucci, Miele (S). Espulsi al 46’ st Aprile (P) e al 47’ st De Falco (S) per somma di ammonizioni. Durata pt 45’, durata st 50’. Spettatori 250 circa.

Il Procida torna alla vittoria allo “Spinetti” sfatando un tabù che durava dallo scorso 27 Settembre. Due mesi e mezzo senza vittorie sul proprio campo per i biancorossi che in quell’occasione batterono il San Giorgio nel finale con un gol di testa di Lorenzo Costagliola. Questa volta è lo Stasia a cadere sotto i colpi dell’altro fratello, Tony, protagonista del gol decisivo al 91’. Primo tempo equilibrato ma molto intenso tra due squadre che mettono in mostra due difese sempre precise e puntuali negli interventi soprattutto aerei. Le occasioni stentano ad arrivare e bisogna aspettare il 33’ per vivere la prima emozione: disimpegno sbagliato di Marigliano che innesca De Micco, l’attaccante dello Stasia entra in area e calcia di destro trovando l’ottima risposta di Bardet. Passano tre minuti ed arriva la pronta risposta del Procida: Tony Costagliola allarga per Muro, cross al centro dell’esterno isolano per D’Auria che da pochi passi colpisce un palo clamoroso. E’ questa la migliore occasione della prima frazione che va in archivio sul punteggio di 0-0. Dopo pochi istanti della ripresa Arenella sfugge ad Esposito ma cicca la conclusione con il destro favorendo la parata di Bardet. Al 17’ Ayari liscia la palla favorendo l’intervento di D’Auria, il tiro dell’attaccante isolano viene respinto dal portiere Amato. Al 24’ tiro a giro del solito D’Auria ma la palla termina a lato rispetto alla porta ospite. Con il passare dei minuti si fa sempre più insistente l’attacco del Procida e la sostituzione di Lubrano, che al 27’ inserisce Lorenzo Costagliola al posto di Muro, contribuisce a dare agli isolani maggior peso offensivo. Al 28’ D’Auria calcia una punizione da posizione laterale, la palla supera tutta l’area di rigore ed arriva sul secondo palo dove Tony Costagliola devia di testa a lato con la porta vuota. Al 33’ Aprile recupera palla sulla trequarti e serve Lorenzo Costagliola che, invece di avanzare fino alla porta, prova un pallonetto che sfiora di un nulla la traversa. Al 41’ azione personale di Aprile che supera De Falco e calcia con il destro trovando la risposta del portiere Amato. Quando si stava per profilare un pareggio a reti bianche arriva la zampata vincente all’89’: cross dalla sinistra di Lorenzo Costagliola, la palla viene deviata da un difensore dello Stasia ed arriva a Tony Costagliola che in tuffo, di testa, batte Amato. E’ il gol che fa esplodere la festa, arrivato in un finale concitato: poco dopo, infatti, vengono espulsi prima Aprile e poi De Falco (entrambi per doppia ammonizione). La gara si conclude con la vittoria del Procida che torna quindi al successo davanti al proprio pubblico.