OSVALDOSi intensificano le trattative di mercato in vista dell’inizio dei campionati. In questo primo Lunedì di Agosto la protagonista è l’Inter che mette a segno il colpo in attacco chiamato Osvaldo. L’attaccante è arrivato nella tarda mattinata a Malpensa dove arriverà con un volo da Buenos Aires per diventare ufficialmente un giocatore nerazzurro. L’ex Roma e Juve, strappato al Southampton con la formula del prestito con diritto di riscatto fissato a 7 milioni di euro, si sottoporrà domani alle visite mediche prima di firmare il contratto e mettersi a disposizione di Mazzarri. Il tecnico può finalmente allenare l’”Oriundo” visto la stima avuta nei suoi confronti già quando il toscano sedeva sulla panchina del Napoli. Manca dunque pochissimo all’inizio della nuova avventura in nerazzurro, un nuovo capitolo della carriera che il calciatore è pronto ad affrontare con grande entusiasmo, anche per riconquistare la maglia della Nazionale. La società continuerà ad investire sul mercato e non molla la pista che porta al cileno Medel, che è quindi sempre più vicino all’Inter. Sulla possibile partenza del giocatore fa chiarezza anche il tecnico del Cardiff, l’ex Manchester United Ole Gunnar Solskjaer che afferma:<<Siamo stati chiari, lo cederemo, ma vogliamo che ci venga pagato il prezzo che chiediamo. Altrimenti rimaniamo con lui. Pensiamo che un annuncio possa essere fatto presto>>. I gallesi chiedono 9 milioni di euro, l’Inter ne offre 7 più 2 di bonus. Il corteggiamento dell’Inter nei confronti del cileno è cominciato subito dopo l’eliminazione del Cile dal Mondiale. Il giocatore non ha mai nascosto di preferire l’Inter rispetto alle altre squadre che si sono fatte avanti, ultimamente il Galatasaray , disposte a pagare la cifre richiesta dal club. Il Cardiff, retrocesso dalla Premier, sa che non può trattenere il giocatore per un’altra stagione. Lo stesso Solskjaer sembra quindi rassegnato a fare a meno del grintoso centrocampista. Sull’altra sponda del Naviglio, le pretese del Milan si sono ridotte e la forbice si è stretta al punto da far prevedere il “taglio del nastro”. I rossoneri e il Liverpool hanno aperto il tavolo Mario Balotelli e si preparano a chiudere nel giro di un paio di settimane. L’appuntamento decisivo è in programma per i giorni immediatamente successivi al Ferragosto quando, come ormai consueto, il Milan darà lo strappo decisivo al suo mercato. La chiusura dell’affare potrebbe arrivare a quota 20 milioni. Una cifra che oggi, evidentemente, in casa Milan considerano adeguata e che, soprattutto, permetterebbe ad Adriano Galliani di presentarsi da Cairo con i soldi necessari a portare a casa Alessio Cerci, giocatore fortemente voluto da Pippo Inzaghi perché capace di saltare l’avversario sulla trequarti. All’affare sta lavorando assiduamente Mino Raiola, che, mentre il Milan cerca di tenere l’asticella cartellino più alta possibile, si danna l’anima per garantire a “Super Mario” un ingaggio importante. Rodgers, manager dei Reds, ha già chiarito la propria posizione (più che positiva) su Balotelli. Ora, dunque, non resta che trovare un accordo economico e definire i dettagli di un’operazione che si fa, di giorno in giorno, sempre più concreta. Per quanto riguarda la punta centrale, l’obiettivo sensibile dovrebbe essere Campbell anche se trattare con Wenger non è facile affatto. Galliani ha però strappato il sì all’agente del giocatore e si presenterà quindi alla corte dell’Arsenal per intavolare una trattativa concreta. Sul fronte europeo e’ praticamente concluso l’affare che porterà Angel Di Maria all’ombra della Tour Eiffel. Real Madrid e Paris Saint Germain hanno raggiunto l’accordo sulla base di un prestito oneroso a 10 milioni di euro e un riscatto garantito a 70 milioni per l’anno prossimo. Con questo tipo di operazione i transalpini eviteranno guai con il Fair Play Finanziario. Il Real però non rimane a guardare e investirà parte della cifra su Falcao, in arrivo dal Monaco. Si attendono solo le firme per un via vai di campioni. Sulla questione Cuadrado, c’è la sfida Van Gaal contro Luis Enrique, match di mercato tra giganti. E allora scatta l’allarme in casa Barcellona perchè l’irruzione del Manchester United rischia non solo di alzare l’asticella del prezzo del colombiano ma soprattutto di dirottare l’esterno tanto voluto dal tecnico “Blaugrana” dalla Spagna all’Inghilterra. I “Red Devils”hanno pronti 40 milioni di euro per assicurarsi il giocatore. L’incontro voluto da Luis Enrique con il presidente Bartomeu ha avuto come oggetto di discussione, oltre a Marquinhos, anche e soprattutto Cuadrado. Il messaggio recapitato dall’allenatore catalano è stato chiaro, il colombiano è un obiettivo primario ma dalle parole occorre passare in fretta ai fatti perché più che quella del Bayern c’è da affrontare la concorrenza del Manchester di Van Gaal.