Di-VicinoDomenica nera per Paganese e Benevento. La squadra di Maurizi viene travolta al Torre dal Catanzaro 3-1 ed è ultima in classifica dopo il pari della Nocerina a Barletta nell’anticipo. Catanzaro che sblocca al 23’ con Fioretti. Nella ripresa i piani di Maurizi si complicano per l’espulsione di Tortora. Il Catanzaro segna ancora con Russotto e Fioretti prima della rete di Martinovic. Sconfitta anche per il Benevento che perde 2-1 a Viareggio. I sanniti sono impalpabili e vengono puniti nella ripresa da Romeo e Vannucchi. Rete finale al 92’ di Mengoni. Si rovina da sola, condannata dai soliti, imperdonabili errori d’una difesa imbarazzante la Salernitana che s’arrende di misura al Perugia capolista e dice addio più che arrivederci a un primo posto ch’è diventato utopia dopo la resa di ieri sera. Impietosa, almeno quanto ingiusta, la sconfitta del Curi dà l’esatta dimensione d’una squadra non ancora pronta per sognare il vertice, anzi, che dovrà sudare e far una fatica del diavolo per rientrare nei primi nove posti che valgono i play-off. Peccato, perché i granata per ottanta minuti hanno tenuto testa alla battistrada del campionato. E a tratti l’hanno persino messa sotto. Ordinati, compatti, equilibrati, difendendosi dignitosamente e senza mai disdegnare il colpo vincente. Nobili propositi, smontati nel finale da un clamoroso buco difensivo che ha spianato la strada al gol vittoria del grifo, firmato Sprocati. Un altro passo avanti, non da gigante, ma da formica, va bene comunque alla Nocerina, che col pari di Barletta ottiene il terzo risultato utile consecutivo e chiude per il secondo turno di fila senza subire gol. Ai rossoneri resta comunque il rammarico per un paio di occasioni importantissime non concretizzate. Equilibrate nel finale senza senso da due grossi strafalcioni difensivi che potevano costare la sconfitta. Casertana fermata in casa dal Chieti. I falchetti non vanno oltre l’1-1 al Pinto. Vantaggio di Conti nel primo tempo ma Gaeta prima del riposo pareggia i conti. Casertana che resta comunque in zona promozione. Successo pesante dell’Aversa Normanna che piega il Foggia 3-1 trascinato da un super Galizia, autore di una doppietta. Prima rete dell’ex Napoli e Salernitana Di Vicino. Giglio segna l’1-1 prima che si scatena Galizia. Il Sorrento di Simonelli strappa un pari a Melfi. Al Valeri finisce 0-0. Il derby Arzanese-Ischia si decide nel primo tempo. Botta e risposta dopo 7’ con il gol di Giannusa a cui replica Longo. Arzanese sempre ultima in classifica mentre gli isolani di Campilongo sprecano l’opportunità di portarsi in zona promozione.