kalinicCon i due posticipi di Lunedì sera è andata in archivio anche la sesta giornata di serie A che ha visto la capolista Inter crollare in casa contro una grande Fiorentina che ora divide il primo posto in classifica proprio in coabitazione con i nerazzurri. Mattatore della serata di San Siro è sicuramente Nikola Kalinic autore di una tripletta. Negli anticipi di sabato spicca il rilancio di Napoli e Roma che hanno battuto rispettivamente Juventus e Carpi; il 2 a 1 dei partenopei lascia i bianconeri a quota 5 in classifica, ora in piena crisi di risultati e gioco, mentre i giallorossi, rifilando 5 reti alla neopromossa, si sono ricandidati prepotentemente per il tricolore. L’unica squadra rimasta imbattuta in serie A è il Sassuolo di mister Di Francesco, che nonostante l’ottimo avvio di stagione non riesce ad andare oltre l’1 a 1 con il solidissimo Chievo di coach Rolando Maran. Ride invece l’altra metà della città della Mole, grazie al Torino che grazie alla vittoria per 2 reti ad 1 contro il Palermo si attesta al secondo posto in campionato con 13 punti, frutto di un grande avvio in cui i ragazzi di mister Ventura ci hanno ormai abituato. L’Udinese si rilancia a Bologna vincendo per 2 a 1 grazie alla rete di un Duvan Zapata sempre più protagonista dell’attacco friulano, lasciano  invece gli emiliani sul fondo classifica. Si interrompe invece la striscia positiva del Milan che capitola 1 a 0 a Marassi contro il Genoa grazie alla rete decisiva su punizione di Dzemaili; infine la Lazio che torna a fare bottino pieno al Bentegodi contro un Verona sempre più in difficoltà.