mazzarriDopo questa tornata la classifica sembra delineare abbastanza chiaramente i rapporti di forza tra le squadre del campionato: infatti la Juve che, con la vittoria in extremis sull’Udinese, fa il primo accenno di fuga e conferma di essere un gradino sopra le altre; mentre alle sue spalle provano a restare in scia la Roma, al quarto pareggio di fila, e il Napoli che ritrova la vittoria all’Olimpico dopo due sconfitte consecutive. Dietro questo terzetto l’unica che sembra in grado di inserirsi è la Fiorentina di Montella, vittoriosa sul Verona, delude invece l’Inter di Mazzarri e al Milan non basterà certo una vittoria sul campo del Catania ultimo in classifica per dichiararsi fuori dalla crisi. Nella parte medio-bassa della classifica ci sono da segnalare i buoni risultati delle squadre (Genoa, Samp e Chievo) che hanno recentemente cambiato allenatore; si sta invece lentamente sgonfiando il Verona rivelazione di quest’inizio campionato e più in generale si può dire che dal Torino in giù la linea tra la tranquillità e la zona calda della classifica è molto sottile. Fino a sabato ci godremo il raro evento di un infrasettimanale senza partite, in fervente attesa del weekend.