Sinisa Mihajlovic, tecnico della Sampdoria

Sinisa Mihajlovic, tecnico della Sampdoria

La quattordicesima giornata del campionato italiano di Serie A si conclude con il match del lunedì tra Hellas e Sampdoria, partita che sancisce definitivamente l’enorme potenzialità ed organizzazione del gruppo di Sinisa Mihajlovic che archivia la pratica vincendo per 3-1 e guadagnando il quarto posto in classifica ai danni del Napoli. I partenopei appunto bloccati, e graziati, dall’Empoli in quel di Fuorigrotta; Hamsik sostituito tra i fischi ed un risultato amaro che diventa agre soltanto grazie al gol di De Guzman che completa la rimonta. Ennesimo passo falso degli azzurri con le cosidette piccole. In vetta però, nonostante la frenata, ci restano Juventus e Roma, entrambe fermate da un pareggio; i bianconeri nel difficile match con la Fiorentina sono apparsi nervosi e un tantino fuori forma, i giallorossi invece in balia della più totale confusione mentale vanno sotto 2-0 in casa col Sassuolo e riescono poi a rimontare grazie alla doppietta di Ljiaic.
Chi invece ne approfitta occupando il terzo posto del podio è il Genoa di Gasperini che mette sotto un impalpabile Milan vincendo per una rete a zero. Inzaghi deve assolutamente rivedere qualcosa nel proprio schieramento, El Sharaawy è un vero e proprio fantasma e quando Menez è in giornata no! c’è la sensazione che ai rossoneri manchi l’attaccante trascinatore, manchi un Ibra.

Se il Milan non ingrana, all’Inter non va meglio. La cura Mancini non ha ancora dato gli effetti desiderati, ed è cosi che i padroni di casa subiscono una brutta sconfitta con l’Udinese dell’ex Stramaccioni. I nerazzurri sprofondano così al dodicesimo posto in classifica, situazione che rispecchia il rendimento dei giocatori in campo. Un centrocampo inesistente mantenuto dal solo Kovacic, ed un attacco sterile con Palacio più stanco che mai. A questo punto la domanda sorge spontanea, siamo sicuri che il responsabile era Mazzarri?!

Nella giornata di domenica l’Atalanta ritorna alla vittoria battendo in rimonta, l’ennesima di questo turno, il Cesena. Stessa sorte è toccata alla Lazio che, guadagna tre punti importanti e non tanto scontati, poichè  ha trovato difronte un Parma agguerrito e voglioso di riprendersi quella posizione in classifica più consona al proprio blasone, soprattutto ora che Ghirardi ha annunciato ufficialmente la cessione della società ad un gruppo Russo-Cipriota che ha rilevato le quote della società azzerando i debiti.

Concludiamo con le partite disputate quest’oggi, alle 19 il Chievo ha espugnato Cagliari vincendo per ben 2-0 in Sardegna, e nel posticipo serale del “Monday Night”, la Sampdoria ritorna a volare come anticipato in apertura, sfruttando la superiorità numerica a causa dell’espulsione di Marquez che ha dato il là al walzer delle marcature. Il momentaneo pareggio di Luca Toni ha illuso i veronesi che comunque escono dal campo a testa alta, Okaka e Gabbiadini archiviano il match… ora la Samp ha nel mirino il Genoa, la Lazio il Napoli, per un terzo posto in ballo tutto da conquistare.