procida-aereaBrucia ancora al Monte di Procida la ferita dovuta alla sconfitta subita domenica scorsa sul campo della Vis Afragolese, a causa della quale i cavallucci marini hanno dovuto abbandonare i sogni di raggiungere la zona play-off; infatti i ragazzi di Illiano si fanno superare di nuovo, questa volta dal San Vitaliano, in quella che doveva essere la gara del riscatto davanti al proprio pubblico. La formazione montese era anche partita bene, improntando da subito la gara su ritmi di gioco alti e portandosi in vantaggio con Lucingiano, bravo a ribadire in porta una punizione di capitan De Luca che si era infranta sulla traversa. Il vantaggio dei locali dura appena un minuto, sta volta è un disimpegno sbagliato della difesa flegrea a favorire Quaranta, che batte Manfredonia e manda tutti al riposo sul risultato di 1-1.

Nella ripresa i cavallucci tornano in campo ancora motivati e sfiorano il 2-1 in più occasioni, ma al 20′ arriva la beffa per i padroni di casa che perdono palla in attacco dando il via alla ripartenza di Cerrato, che giunge fino all’area di rigore montese e infila Manfredonia per il sorpasso degli ospiti. I montesi non si arrendono e si lanciano alla ricerca del pari, ma la giornata è di quelle in cui va tutto storto, e al 79′ restano anche in 10 uomini per l’espulsione di Borrino e dopo un minuto arriva anche il 3-1, ancora con Quaranta, che chiude definitivamente l’incontro condannando la squadra di Illiano alla seconda sconfitta interna della stagione.