Osvaldo sospeso dall'Inter

Osvaldo sospeso dall’Inter

A volte tornano. Sparito per diversi giorni senza lasciare tracce (era introvabile dallo scorso sabato), se non un tweet di una sua amica nel quale si vedeva l’italo-argentino insieme alla sua compagna Jimena (ma lo scatto risaliva allo scorso week end, quando era a Madrid), Daniel Osvaldo è tornato. Lo hanno visto ieri gli addetti ai lavori alla Pinetina e lo ha visto anche Roberto Mancini, che però non l’ha convocato per la sfida di Coppa Italia disputata poi in serata contro la Sampdoria. Eppure gli avrebbe fatto molto comodo avere l’attaccante in squadra, magari per far rifiatare un po’ Mauro Icardi.

Ma così non è stato. Pugno duro di Osvaldo, che si nasconde dai suoi datori di lavoro, pugno durissimo della società, che ormai ha definitivamente perso la pazienza con lui e lo ha sospeso, mettendolo definitivamente fuori squadra. Già l’attaccante ex Roma e Juventus, di proprietà del Southampton (è in prestito all’Inter), si allenava da solo ad Appiano Gentile, adesso praticamente non si sa dove andrà, perché anche gli allenamenti gli sono stati vietati.

Anche perché lui, il Johnny Depp del calciocontinua a rifiutare le offerte che arrivano dagli altri club, che ancora credono nel suo potenziale. A questo punto solo calcistico, che sarebbe immenso, perché la testa, ormai è chiaro, non c’è proprio. Solo in Italia Osvaldo avrebbe detto no a Parma, Torino Cagliari e Genoa, nella speranza che il suo procuratore lo possa spedire in un club, diciamo così, un po’ più blasonato. Chissà che Dario Decoud non riesca a fargli cambiare sponda, nel senso di Naviglio, e magari girarlo agli odiati cugini del Milan, così proprio che Osvaldo possa fare un bel dispetto all’Inter e al suo tecnico Mancini.

In alternativa, per ora almeno è l’ipotesi più vicina alla realtà, la risoluzione del contratto, che gli darebbe la possibilità di andare dove vuole, sempre che venga accolto come all’Inter come il salvatore della patria. Infatti sabato è previsto l’arrivo del suo agente a Milano e, guarda caso, in contemporanea anche Thohir sarà nella capitale della moda italiana. Chissà che i due non si incontrino…