vigoritobeneventoAndiamo ad analizzare squadra per squadra tuti i movimenti, in entrata ed uscita che hanno effettuato le squadre campane della prima divisone di Lega Pro, e le loro relative ambizioni per la stagione calcistica che si appresta alla partenza.

 

 

BENEVENTO

Fino ad ora patron Vigorito ha consegnato nelle mani di mister Carboni una formazione di primo livello che deve necessariamente puntare almeno ad un piazzamento in zona playoff; infatti basta fare i nomi di Felice Evacuo, 30enne bomber ex Nocerina, che va a sostituire Altinier, tornato alla base di Portogruaro e Damiano Zanon, fresco dell’esperienza nella massima serie con il Pescara.
Per quanto riguarda la porta, sono da segnalare gli acquisti del giovane Primavera del Milan, Piscitelli ed Alessio Zummo direttamente dal Gela. Infine lo scambio con la Pro Vercelli, Marchi-Di Piazza, ha fatto sì che quest’ultimo(fortemente voluto da mister Carboni) tornasse nel Sannio dopo la breve esperienza ad inizio carriera, in cui, guarda caso, nei pochi mesi di permanenza formava la coppia d’attacco proprio con Evacuo.
La parola d’ordine per quest’anno è vietato sbagliare! VOTO 7,5

NOCERINA

A primo impatto la sensazione è che la Nocerina non sia riuscita a colmare il gap tra le cessioni eccellenti di Evacuo, Mazzeo e Giuliatto e i nuovi arrivi.
Iniziando dal pacchetto arretrato, l’acquisto dell’estremo difensore dall’Aversa Normanna, Gragnaniello è sicuramente un ottimo colpo, e la nota interessante è che quest’ultimo è l’unico acquisto over 30. Infatti, andando a esaminare questo particolare, notiamo che l’età media dei nuovi giocatori non supera i 22 anni, complice il fatto che ben 5 giovani sono proprio stati acquistati dalle formazioni Primavera di Atalanta, Parma e Milan.
Evinciamo da tutto ciò che la dirigenza dei Molossi abbia voluto lanciare dei chiari segnali di rinnovamento, volendo formare un team giovane, puntando sulla fame dei nuovi arrivi, la cui simbiosi con i giocatori già presenti in rosa sarà affidata a mister Gaetano Fontana, indimenticato ex Napoli, alla prima esperienza su una panchina professionista. VOTO 6

PAGANESE

La formazione salernitana, fresca di promozione dalla Seconda Divisione, sta riuscendo a mettere in fila un acquisto dopo l’altro di giovani promettenti, la maggiore parte proveniente dalle rose di serie A. Anche qui la volontà di un ricambio generazionale è netta e ben marcata; di primo livello sono sicuramente gli arrivi dell’ala brasiliana William direttamente dal Genoa e del promettentissimo Tomas Švedkauskas, estremo difensore prelevato dalla Roma. È certo che gli addii di Babù e Fava entrambi svincolati, siano difficili da sopperire, ma l’impressione è che la dirigenza sia comunque sulla strada giusta, avendo voluto puntare su un giusto mix tra calciatori giovani e calciatori esperti che potranno di certo stupire sotto la guida di coach Maurizi. VOTO 6,5

SALERNITANA

Dulcis in fundo andiamo ad analizzare i movimenti della Salernitana, anch’essa neopromossa ma con strategie nettamente distinte da quelle delle squadre sopracitate. Il mercato svolto fino ad ora è stato secco e preciso: pochi colpi ma ben piazzati. L’asse Salerno-Roma è sempre infuocato grazie al sodalizio con Claudio Lotito che ha portato agli arrivi in granata del difensore Sbraga e del Portiere Berardi, con Perpetuini e Capua, passati in biancoceleste. I pezzi forti però sono da registrare nel reparto offensivo, infatti, dalla Virtus Lanciano arriva Alessandro Volpe, 30enne che va a completare una mediana guidata ancora da capitan Montervino, e la ciliegina sulla torta: il ritorno in Italia di Ciccio Foggia dopo la breve parentesi a Dubai. Quest’ultimo va ad affiancarsi a Ciro Ginestra che a suon di gol ha guidato la Salernitana alla promozione nella passata stagione. Viste le premesse, quindi, mister Sanderra ha una squadra che, chiavi in mano, può senza ombra di dubbio recitare un ruolo da protagonista in questa Lega Pro. VOTO 7