marottaA meno 3 giorni dall’inizio del Mondiale brasiliano, il Milan ufficializza il nuovo allenatore. Filippo Inzaghi guiderà i rossoneri nella prossima stagione e fino al 30 Giugno 2016. Era ormai da tempo nell’aria l’esonero di Clarence Seedorf ma ora è arrivata l’ufficialità della dirigenza. Super Pippo ha già incominciato a costruire quello che sarà il suo gruppo nella prossima regular season. Proprio in tema di calciomercato ci sono per il club milanese trattative sia in entrata che in uscita. Non mancano le offerte per alcuni giocatori, in particolare per Mattia De Sciglio, tezino classe ’92 che fa gola al Real Madrid. Per una eventuale cessione il Milan ha fissato il prezzo: 20 milioni di euro che i Blancos non avrebbero problemi a versare. In caso di partenza l’alternativa è Davide Santon, classe ’91 quest’anno in forza al Newcastle. In entrata potrebbe arrivare dal Bayern Monaco Mario Mandzukic. Il croato classe ’86 ha infatti deciso di lasciare il club tedesco ed il giocatore è in cima alla lista del neo tecnico dei diavoli e Galliani e Berlusconi sono pronti ad accontentarlo. Le parole di addio arrivano proprio dall’attaccante impegnato in Brasile con la sua nazionale che, dal ritiro afferma:<<Non posso continuare a giocare nel Bayern, il perché è molto semplice, sono incompatibile con il sistema di gioco di Pep Guardiola>>. In casa Juventus il tempo stringe e il club prepara il blitz per un’attaccante di spessore. L’obiettivo numero uno resta Alvaro Morata, classe ‘92 che ha già dato l’ok per il trasferimento. I bianconeri offrono un contratto di 5 anni per 10,5 milioni di euro complessivi. Il Real Madrid però tentenna perché il presidente Perez per lo spagnolo ha ricevuto offerte anche da Wolfsburg e Arsenal, ma la Juve può contare sulla volontà del giocatore. Marotta aspetta una telefonata per recarsi a Madrid e chiudere l’affare. L’Inter ha come priorità (vera volontà di Mazzarri), quella di acquistare un centrocampista da piazzare davanti alla difesa ed attorno al quale costruire la nuova Inter. Il nome caldo è quello di M’Vila, francese classe ‘90 del Rubin Kazan. I nerazzurri sono pronti a cedere al club russo Livaja. Il calciatore è valutato 15 milioni di euro, ma con qualche contropartita l’affare si può concludere. Le alternative sono Xhaxa, svizzero classe ’92 del Borussia Monchengladbach e Valon Behrami, che Mazzarri conosce bene per averlo allenato al Napoli. Per lo svizzero partenopeo classe ’85, valutato 10 milioni di euro, pare sia vicino alla partenza e per l’affare manca solo il benestare del Napoli. Per l’attacco, si cerca un calciatore che si adatti al modulo di gioco dell’allenatore toscano e sul taccuino è finito Biabiany, francese classe ’88, che con l’Inter ha già giocato nel 2010 vincendo il mondiale per club con Benitez allenatore. Sul fronte Roma si avvicina il trequartista turco del Fenerbahce classe ’94 Salih Ucan. L’accordo con il giocatore è stato già trovato lo scorso inverno mentre mancano soltanto i dettagli per convincere anche la società di Istanbul a cedere il cartellino per una cifra intorno ai 10 milioni di euro.