diakitèNapoli – Sono tanti i calciatori di serie A che sono tutti i giorni sotto i riflettori, ma ci sono anche giocatori che hanno dimostrato in passato di avere ottimi valori tecnici e che sono tuttora ai margini delle rose dei club di appartenenza. E’ il caso di Iaquinta, campione del mondo con la Nazionale nel 2006, attualmente sotto contratto con la Juventus, nonostante ciò mai utilizzato in gare ufficiali. Poi ci sono i famosi fuori rosa per motivi contrattuali della Lazio come Zarate, Cavanda e Diakitè. La politica del presidente Lotito è chiara: se non si rinnova il contratto non si giocano le partite e non ci si allena col gruppo base della Prima Squadra. C’ è chi sta meno peggio, è il caso di Rinaudo che con il Napoli pur non ricevendo mai una convocazione da Mazzarri, “gode” del “privilegio” di allenarsi col gruppo dei titolari. Questi sono solo alcuni dei cosiddetti “desaparecidos”. L’auspicio è che nella prossima stagione, un po’ per propri meriti, un po’ per un miglioramento della gestione delle rose da parte dei dirigenti, tornino a far parlare delle proprie gesta su un campo di gioco.