puteolanaPasso indietro per la Puteolana dopo la bella vittoria ottenuta in casa contro il Pomigliano, arriva infatti la sesta sconfitta esterna consecutiva a Gallipoli per 3 reti a 0, contro i giallorossi di mister Volturo.

IL MATCH

I granata scendono in campo con il 4-3-2-1 e l’inizio lascia ben sperare: al minuto 2 è subito Izzo a scaldare i guantoni di Costantino che riesce a devira la conclusione. Pornta la risposta dei padroni di casa in due occasioni, prima con Negro che spedisce alta una punizione e poi con Marzocchi che sfiora la traversa con un colpo al volo. La pressione dei pugliesi si fa sempre più alta e Tedesco prima sfiora la rtete con uno stacco di testa e poi si fa respingere un calcio di rigore dall’ottimo Despucches, ancora una volta il migliore dei suoi. Tedesco però si fa subito perdonare dai suoi tifosi quando realizza al 26′ la rete del vantaggio finalizzando al meglio un contropiede. Passa poco meno di un quarto d’ora e ancora Tedesco piazza la seconda marcatura direttamente su punizione, stavolta nulla può l’estremo difensore granata. La ripresa è meno movimentata della prima frazione, il gallipoli si limita a gestire il vantaggio mentre la Puteolana non riesce a pungere nonostante l’impegno dei suoi. Al minuto 67 ci prova Manfrellotti che però non riesce a calibrare bene la conclusione dal limite sparando la sfera in curva. Al 74′ i padroni di casa mettono in ghiaccio la partita grazie a casalino che su corner indirizza la sfera in rete chiudendo definitivamente il match. Prima dello scadere Vacca e Simeri provano a rendere meno pesante il passivo ma la rete non vuole proprio arrivare. Dopo 3 minuti di recupero il signor Colinucci manda tutti sotto la doccia.

L’ANALISI

Ennesima trasferta amara per i diavoli rossi che continuano a faticare terrribilmente a fare punti lontano dalle mura amiche; il risultato può apparire forse troppo severo, ma i ragazzi di mister Muro non hanno mai dato l’impressione di sviluppare un buon gioco nonostante l’impegno e le dedizione con cui ogni domenica scendono in campo. E’ pur vero che si tratta di una squadra giovane, e totalmente cambiata rispetto ad un anno fa; ovviamente i problemi societari degli ultimi tempi non giovano di certo all’ambiente ma ora è già tempo di pensare al prossimo impegno casalingo contro l’Arzanese, con la quale i granata condividono l’ultima piazza a quota 5 punti.