pickBentornati dalla rubrica de “Il calcio che conta” che vi porta alla scoperta dei futuri campioni. Questa settimana il nostro talent scout ha deciso di farsi una gita in terra tedesca alla scoperta dei vivai teutonici. In questi ultimi anni la Bundesliga si sta imponendo come il miglior campionato del momento, con i suoi clubs che dettano legge anche in Europa; questo successo ha radici profonde ed è stato ottenuto anche grazie ad ambiziose strategie di valorizzazione dei vivai adottate dalle maggiori squadre tedesche negli ultimi anni.
Il nome che vi oggi presentiamo oggi è quello di Florian Pick, talento classe 1995 in forza allo Schalke 04, uno dei vivai più interessanti della Bundesliga, che da anni ha adottato la politica di portare ogni anno in prima squadra almeno due elementi che provengono dal settore giovanile.
Pick gioca nel ruolo di ala e può essere utilizzato su entrambi i fronti di gioco; è un esterno dotato di grande velocità, pericoloso in zona gol ed è inoltre micidiale nel uno contro uno grazie ad un eccellente dribbling ed una rapidità di passo che lo rendono un cliente difficile per qualsiasi difensore. Il suo piede preferito è quello destro, e sa essere particolarmente insidioso quando dal lato sinistro si accentra per calciare verso la porta.
Nonostante le sue doti lo rendano un giocatore prettamente offensivo, Pick ha dimostrato di possedere anche una certa attenzione dal punto di vista tattico, e grazie a questa sua propensione riesce ad adattarsi a più moduli di gioco: egli può essere infatti impiegato come ala nel 4 3 3, oppure come esterno d’attacco nel 4 2 3 1. Al momento l’unico limite che gli si può imputare è quello di un fisico troppo gracile e magrolino che lo penalizza nei contrasti contro difensori dotati di stazza maggiore, ma data la giovane età, il ragazzo a tutto il tempo a disposizione per migliorare anche quest’aspetto.