genny a carognaSta facendo molto discutere l’agitazione dei tifosi del Napoli all’interno dello stadio Olimpico a pochi minuti dall’orario previsto per l’inizio di Fiorentina-Napoli, finale di Coppa Italia che si è giocata Sabato scorso. In particolare, c’è stato un clamoroso equivoco che ha coinvolto “Genny a carogna”; alcune importanti testate giornalistiche italiane ed estere hanno ipotizzato che il capo degli ultras partenopei abbia ordinato ai dirigenti del Napoli e ad Hamsik di non giocare la partita e che abbia addirittura messo su una trattativa con le forze dell’ordine per consentire o meno il fischio d’inizio  per rispetto del tifoso che per le strade di Roma era stato ferito con arma da fuoco e stava rischiando la vita. In realtà le cose non sono andate in questo modo; Hamsik si è recato dai tifosi azzurri solo per rassicurarli sulle condizioni dell’amico che era in ospedale sotto le cure dei medici. Piuttosto bisognerebbe condannare i fatti accaduti per le strade della Capitale a poche ore dall’inizio della partita. E’ davvero sconcertante che ancora una volta si debba parlare di violenza quando c’è una manifestazione sportiva così bella come una finale di Coppa Italia di calcio. E’ incredibile che ad uno sport così pieno di valori sani e genuini, di passione e di emozioni debbano essere accostati sempre episodi di violenza. E’ giunta l’ora che lo Stato prenda i dovuti provvedimenti per evitare che cose del genere riaccadano. Un punto d’inizio potrebbe essere sicuramente iniziare a dare lavoro e benessere in modo da eliminare l’attuale disagio sociale che coinvolge buona parte della popolazione.