Cannavaro sogna di allenare il Napoli

Cannavaro sogna di allenare il Napoli

E’ un Fabio Cannavaro senza peli sulla lingua quello che, intervistato dai colleghi del Corriere dello Sport, ha dichiarato che sogna un giorno di allenare il Napoli. L’ex difensore azzurro, poi pilastro del Parma e della Juventus, oltre che della Nazionale, dopo l’esperienza da tecnico in Cina, spera adesso di poter fare panchina anche in Italia. Nelle sue parole sul caso Parma, tutta la voglia di essere protagonista nella sua città: “Dispiace veramente vedere un club che ho vissuto per sette anni finito così. Nonostante sia molto brutto, alle volte il fallimento può essere l’occasione per ripulire e ripartire alla grande. Un po’ com’è accaduto al Napoli, squadra che mi piacerebbe allenare insieme alla Nazionale: bisogna sempre sognare e pensare in grande“.

41 anni, una carriera da top player, Fabio Cannavaro ha analizzato la situazione del campionato di Serie A, guardando un po’ alle squadre principali e a come stanno operando sul mercato: “La Juventus è l’unica che ha lo stadio di proprietà e da anni punti sugli italiani. Al momento è sempre la più attrezzata. Dybala? Può essere l’erede di Tevez, ma per lui, dopo Palermo, sarà l’anno della verità. Ad oggi l’Inter è la più credibile antagonista della Juvestanno costruendo una squadra forte con colpi mirati. Bisogna vedere quale sarà l’adattamento di giocatori forti come Kondogbia e Miranda al nostro campionato e come li assemblerà Mancini. Tra Roma e Napoli vedo meglio la Roma perché lavorerà con lo stesso allenatore, anche se Garcia avrà una bella responsabilità. Spero che a Sarri venga dato il tempo giusto per lavorare secondo i suoi metodi”.