Higuain decisivo con la sua tripletta nella sfida d'andata degli ottavi di finale di Europa League

Higuain decisivo con la sua tripletta nella sfida d’andata degli ottavi di finale di Europa League

Questa sera alle 18.00 all’Arena Khimki di Mosca si giocherà Dinamo Mosca Napoli, gara valida per il ritorno degli ottavi di finale di Europa League. All’andata i partenopei, dopo il vantaggio iniziale dei russi firmato da Kevin Kuranyi, si erano imposti per 3-1 grazie ad una tripletta di Higuain. Risultato che sicuramente dà fiducia ai partenopei ma che non lascia troppo tranquilli gli uomini di Benitez che, al San Paolo, in superiorità numerica dopo l’espulsione di Roman Zobnin, avevano a lungo cercato il quarto gol nel finale senza trovarlo. La sfida, quindi, rimane ancora aperta e questa sera entrambe le compagini ce la metteranno tutta per passare il turno e proseguire il proprio cammino in Europa League. Per il Napoli, in caso di vittoria, si tratterebbe della prima qualificazione ai quarti nell’era De Laurentiis, nonostante il club partenopeo si trovi in Europa ormai da cinque anni consecutivi. E poi un’eventuale qualificazione servirebbe a ridare morale ad un ambiente in difficoltà dopo la sconfitta di Verona, che ha confermato il calo della squadra in campionato (quattro punti in cinque partite, uno nelle ultime tre). Benitez è alle prese con l’infermeria ancora affollata: la buona notizia è il recupero di Maggio (che ha detto basta alla Nazionale italiana). Con lui in difesa ci saranno Albiol e uno tra Britos e Henrique, vista la caviglia dolorante di Koulibaly. Out Gargano, a centrocampo la scelta è tra Jorginho e Inler al fianco di Lopez, mentre davanti Higuain sarà l’unica punta con alle spalle il trio Gabbiadini, Hamsik e De Guzman.

La Dinamo non ha mai vinto in casa contro squadre italiane, ma neanche il Napoli si è mai imposto in Russia. L’attuale tecnico della Dinamo, Stanislav Cherchesov, era il portiere dell’FC Spartak Moskva che nel secondo turno di Coppa dei Campioni 1990/91 ha vinto contro il Napoli per 5-3 ai rigori dopo i due pareggi per 0-0. Prima della sfida di andata, la Dinamo era imbattuta da 13 gare in Europa, 12 delle quali giocate nell’edizione in corso del torneo. Il club russo, inoltre, ha vinto le ultime quattro partite continentali giocate in casa, ma solo una di queste con un margine superiore a un gol. Cherchesov, come Benitez, crede molto nel passaggio del turno. Nell’ultima gara di campionato infatti ha fatto ruotare molto i suoi effettivi e, proprio come il Napoli, ha subito una sconfitta in trasferta. La stagione, ricominciata da poco in Russia dopo la sosta invernale, finora ha visto una Dinamo non proprio brillante, tanto che sono giunte due sconfitte e una sola vittoria. Per quanto riguarda la formazione che scenderà in campo, al posto dello squalificato Zobnin ci sarà Yusupov, che potrebbe muoversi al centro del campo con Vainqueur, mentre Valbuena partirà dalla destra e Dzsudzsak a sinistra per sostenere le due punte Kokorin e Kuranyi. In difesa tutto confermato con Samba (apparso in grossa difficoltà a Napoli) ed Hubocan al centro, Kozlov a destra e Zhrikov a sinistra.
benitezNella consueta conferenza della vigilia, Benitez è apparso tranquillo e fiducioso sull’esito del match: “L’obiettivo di domani è vincere, anche perché è nella nostra mentalità. Siamo preparati ad affrontare una squadra che ha buoni giocatori e che potrà rendersi pericolosa dopo aver vinto il proprio girone. Sarà una partita tatticamente e fisicamente difficile, loro hanno fatto un cammino perfetto in Europa e sono imbattuti in casaPoi una battuta sulle parole di De Laurentis arrivate in settimana: “Il presidente ha cercato di caricare la squadra ricordando ai giocatori il loro livello e che bisogna stare tutti uniti senza ascoltare le criticheHo un vantaggio su di voi e su De Laurentis: io lavoro ogni giorno con la squadra e so quanto siano arrabbiati quando non riusciamo a fare quello che vogliamo fare. Ho parlato con Higuain e con altri giocatori e so che sono carichi, che vogliono dare il 100% in campo su tutti e tre i fronti“.
Ma la Dinamo Mosca ci crede e a spiegarlo e lo stesso tecnico, Stanislav Cherchesov: ”Siamo consapevoli che dobbiamo vincere, ma questo non significa che dobbiamo buttarci in avanti e lasciare delle praterie dietro. Come ho già detto a Napoli, il risultato dell’andata ci lascia una chance. Credo nei miei giocatori e nel sostegno dei tifosi. Domani avremo uno stadio pieno per una gara importante, non credo che la squadra abbia bisogno di motivazioni extra. L’unica cosa di cui abbiamo bisogno è il supporto dei nostri tifosi“.  Nemico numero uno Higuain? ”Nel calcio moderno non è possibile concentrarsi su un giocatore e perdere di vista il resto. All’andata abbiamo giocato per quasi un tempo in dieci, in una situazione del genere non è facile costruire delle ripartenze e la palla è finita nella nostra area più spesso di quanto avremmo voluto. E giocatori come Higuain non perdonano. Ma domani abbiamo una possibilità e dobbiamo sfruttarla, abbiamo percorso una lunga strada per arrivare fin qui e non ho dubbi sul fatto che i miei ragazzi lotteranno fino alla fine. Dipende solo da noi”.

La diretta tv della partita è solo su Mediaset Premium, a partire dalle ore 17.50.

Le probabili formazioni:

Dinamo Mosca (4-4-2): Gabulov; Kozlov, Samba, Hubocan, Zhirkov; Valbuena, Vainquer, Yusupov, Dzsudzsak; Kuranyi, Kokorin. All. Cherchesov.

Napoli (4-2-3-1): Andujar; Maggio, Albiol, Britos, Ghoulam; David Lopez, Inler; Callejon, Hamsik, Gabbiadini; Higuain. All. Benitez.

Arbitro: Bas Nijhuis (Olanda)