Ecco l'ufficialità: con un twitt De Laurentis annuncia l'ingaggio di Sarri

Ecco l’ufficialità: con un twitt De Laurentis annuncia l’ingaggio di Sarri

Dopo l’attesa, l’ufficialità. Sono le 21.37 quando De Laurentis pubblica, sul profilo Twitter ufficiale della società, l’annuncio dell’ingaggio di Maurizio Sarri come nuovo allenatore del Napoli. L’ex tecnico dell’Empoli, da tempo ormai dato per certo sulla panchina dei partenopei, adesso può finalmente festeggiare la fumata bianca, che lo vedrà per la prima volta in carriera guidare una squadra che cercherà di lottare per le prime posizioni in Italia e in Europa. Sarri, sangue napoletano, ma carattere toscano, porta con sé tutto il bagaglio tecnico-tattico accumulato nel corso della sua carriera da “provinciale” e, dopo i due anni di Benitez e della sua internazionalità, il pragmatismo del nuovo mister potrebbe essere l’arma giusta per far risorgere gli azzurri. Sarri, 56 anni, ha dalla sua l’esperienza, conosce la Serie A, sa far esplodere i talenti e ha una cura maniacale per il reparto difensivo. Proprio per questo pare intenzionato a portare sotto le pendici del Vesuvio alcuni suoi pupilli nell’era empolese: Valdifiori e Tonelli, fari del gioco frizzante dei toscani nel campionato appena concluso.

L’annuncio, atteso a tal punto che s’era ventilata l’ipotesi dell’intromissione di Vincenzo Montella nel ritardo della firma, ha i crismi della modestia e della non pomposità, a cui De Laurentis ci aveva abituati negli ultimi anni. Ecco il twitt: “La SSC Napoli comunica che l’incarico di allenatore della prima squadra per la prossima stagione 2015/2016 sarà affidato a Maurizio Sarri“. Che ha firmato un contratto annuale con opzione rinnovabile per una seconda stagione, alle cifre già ipotizzate negli scorsi giorni: 1.3 milioni di euro più bonus.

Sarà lui l’uomo giusto per la rinascita del Napoli?