CONFERENZA STAMPA WALTER MAZZARRIIl calciomercato entra sempre di più nel vivo delle trattative ma l’unica nota stonata è quella che il calcio nostrano continua a perdere pezzi. In ordine di tempo un altro calciatore che potrebbe lasciare la serie A per andare a giocare all’estero è Alberto Gilardino. L’attaccante è ancora indeciso sulla prossima destinazione, il Guangzhou di Marcello Lippi, ma a fine settimana dovrebbe accettare il trasferimento visto che le due società hanno già da tempo trovato l’accordo economico. Nelle casse del “Grifone” andranno ben 5 milioni di euro. Il Biellese in due anni e mezzo andrà a guadagnare la bellezza di 10 milioni di euro a stagione. Un offerta del genere non può essere certo rifiutata ed i tifosi cinesi sono pronti ad accogliere il calciatore. La squadra è pronta a parlare sempre di più italiano e a formare l’ex coppia del Bologna Diamanti-Gilardino. L’Inter ha effettuato due colpi di mercato e nel ritiro di Pinzolo, che scatterà mercoledì, il tecnico Mazzarri avrà a sua disposizione due volti nuovi: Dodò e M’Vila. Il club nerazzurro ha chiuso infatti la doppia trattativa. Il difensore brasiliano della Roma arriva in prestito biennale con diritto di riscatto fissato a 7 milioni mentre il centrocampista francese del Rubin Kazan approderà in nerazzurro in prestito con diritto di riscatto fissato a 8 milioni. Martedì per entrambi sono pronte le visite mediche di rito. Due trattative in un solo giorno per il club e due pedine in più nella rosa a disposizione del tecnico toscano. Nell’operazione per Dodò non è stato inserito il controriscatto a favore della Roma, come si pensava inizialmente. Per M’Vila si chiude una trattativa che durava da un mese. Dopo le visite mediche gli affari verranno ufficializzati. La dirigenza però è pronta a chiudere anche una terza trattativa (a sorpresa) e centrare il tris. Una villa ad Appiano Gentile, una macchina con targa rigorosamente italiana e una piccola confidenza sono tre indizi che fanno una prova e restituiscono Alexandre Pato al calcio italiano. Il “Papero” fa retromarcia, rimette le valige su un aereo destinazione Milano ma, questa volta, cambia sponda del Naviglio e si prepara a dire si all’Inter. Già, perché il primo grande colpo di Thohir potrebbe e dovrebbe essere proprio questo. Pato e l’Inter è una storia ancora da scrivere, ma siamo ai dettagli di una trattativa portata avanti sotto traccia e nata dall’offerta ai nerazzurri del brasiliano. Un’offerta recepita da Walter Mazzarri, che ha dato il suo benestare all’affare aprendo un portone al rientro in Italia dell’ex milanista. Tatticamente il brasiliano è il giocatore giusto per l’idea di gioco del mister. Si può abbinare tranquillamente a Icardi e Palacio e garantisce fantasia e gol. L’unica grande incertezza è relativa alle condizioni di forma del calciatore che, ormai da tempo, non riesce a trovare continuità di gioco. Nelle prossime ore, in ogni caso, l’affare potrebbe definirsi e Pato potrebbe diventare il primo rinforzo in attacco per l’Inter. Un colpo a sorpresa firmato Thohir con la formula del prestito dal Corinthians. Sull’altra sponda di Milano, si scalda l’asse Torino-Milan sul fronte Cerci. I granata hanno aperto alla cessione dell’esterno, reduce da una brillante stagione nel campionato conclusosi con l’accesso all’Europa League. La valutazione del giocatore da parte della società è di 20 milioni di euro, ma attorno ai 18 l’operazione può chiudersi vista la volontà del giocatore di giocare in una big e fare il salto di qualità. Stasera ad Arcore ci sarà un vertice di mercato tra Berlusconi, Galliani e Inzaghi. Per quanto riguarda il capitolo del genoano Vrsaljko, altro obiettivo del mercato rossonero, le dichiarazioni dell’agente Beppe Riso:<<Ci sono anche altri club sul mio assistito>> suonano come un campanello d’allarme alle orecchie di Galliani. Il cartellino di Matri però farà probabilmente la differenza, soprattutto dopo la quasi certa partenza di Gilardino, sempre più vicino ad abbracciare Lippi. Sul fronte estero il Real Madrid è pronto a fare follie. Il club è pronto a pagare 80 milioni al Monaco per James Rodriguez. Il colombiano aveva prima del Mondiale una valutazione di 35 milioni, ma il suo straordinario torneo, ha fatto lievitare il costo del suo cartellino. C’è però l’elemento-chiave: James vuole il Real e questo può velocizzare ed agevolare la trattativa. Questo potrebbe portare le parti a chiudere già per 70 milioni. Sarebbe un colpo “galactico”. Il club del Principato lo ha acquistato nella scorsa estate dal Porto sborsando ben 45 milioni. Vendere il campione a 80 o magari anche solo a 70 milioni permetterebbe di realizzare una plusvalenza importante. Monaco che comunque potrebbe anche incassare di meno e ottenere delle contropartite in cambio. Infatti ai monegaschi interessano alcuni madridisti come Coentrao, Casemiro e Morata, che non è escluso che possano entrare nella trattativa. Il Real attende fiducioso. Gli affari sul fronte Monaco sono caldissimi. C’è anche Falcao, che da settimane sembra un colpo di mercato sicuro. Se Ancelotti cercava il premio per la decima Champions del club, può ritenersi sicuramente soddisfatto.