Il viaggio di De Laurentis in Spagna per convincere il tecnico del Siviglia Emery a disimpegnarsi con gli iberici (ha ancora un anno di contratto) e a sposare la causa azzurra ha colto un po’ tutti di sorpresa, a partire proprio dalla dirigenza dei campioni dell’Europa League. Il Siviglia, infatti, non si aspettava tanta sfacciataggine da parte del numero uno partenopeo e, dopo l’incontro di ieri tra il presidente e il tecnico, c’è stato un faccia a faccia telefonico importante tra la dirigenza biancorossa e lo stesso Emery. L’allenatore capace di trascinare per due volte consecutive sul tetto dell’Europa il Siviglia e di portarlo, con il trionfo di quest’anno, in Champions League, potrebbe infatti decidere di seguire De Laurentis all’ombra del Vesuvio lasciando scoperta la panchina degli spagnoli, che mai si sarebbero aspettati una decisione simile da parte di un allenatore che dopo tante battaglie il prossimo anno potrebbe finalmente lottare per la vecchia Coppa Campioni. Ma cosa spingerebbe Emery a lasciare la Spagna in direzione Napoli?

Emery ha scavalcato Mihajlovic e Klopp nelle gerarchie di De Laurentis per la panchina del Napoli

Emery ha scavalcato Mihajlovic e Klopp nelle gerarchie di De Laurentis per la panchina del Napoli

L’offerta di De Laurentis sembra ghiotta e spiazzante. Il leader della Filmauro, non convinto al cento per cento da Mihajlovic e frustrato per le dichiarazioni di Klopp, che dovrebbe restare fermo un anno dopo le fatiche col Borussia Dortmund, vuole un Napoli internazionale ed Emery è al momento allenatore capace di sostituire più che degnamente quel Rafael Benitez che, all’indomani della sconfitta con la Lazio, è scappato via dalla Campania, direzione Madrid, per abbracciare una nuova, enorme, causa galattica. L’incontro tra De Laurentis, Chiavelli (l’uomo dei contratti in casa Napoli), il tecnico basco e Jorge Mendes, il suo agente, si è protratto dal primo pomeriggio, con una pausa pranzo, fino alle 22.30 circa della giornata del primo giugno. Secondo indiscrezioni provenienti dal portale spagnolo El Desmarque, la società partenopea offrirebbe sul piatto un contratto triennale da 3.5 milioni di euro a stagione e ampia libertà di manovra sul mercato, con una disponibilità economica di sicuro superiore a quella che il Siviglia può garantire ad Emery, oltre ad un ingaggio di molto più elevato. Il presidente del Siviglia José Castro, nel tardo pomeriggio di ieri, intanto, a SFC Radio ha parlato però del futuro del proprio allenatore: “Indipendentemente da tutti i movimenti di mercato, il nostro allenatore ha un contratto per un’altra stagione. Penso che Emery sia un ragazzo intelligente e serio, che ha sempre mantenuto la sua parola. Credo che rispetterà il suo impegno. Potremmo anche fargli firmare un contratto migliore” si parla di circa 2 milioni netti a stagione, comunque inferiori alle cifre proposte dal Napoli “perché siamo molto contenti di quello che ha fatto e vogliamo continuare con lui“.

Emery ha preso tempo per incontrare la sua dirigenza e discutere col Siviglia. De Laurentis è tornato in Italia. In settimana la decisione. Chi sarà il nuovo allenatore del Napoli?