FBL-ITA-CUP-AS ROMA-NAPOLINapoli – Il risultato positivo è sfumato all’ultimo respiro ma è stato sicuramente un altro Napoli quello di questa sera rispetto alla squadra che si era vista Domenica scorsa a Bergamo. Gli azzurri hanno dimostrato personalità, brillantezza, qualità, idee e velocità ma soprattutto concentrazione, aspetto che era mancato nella sfida con l’Atalanta. Al doppio vantaggio romanista con il quale si era chiuso il primo tempo con le firme di Gervinho e di Strootman (gran goal dai 30 metri), rispondevano i partenopei nella ripresa grazie ad un autogoal dell’ex De Sanctis e ad una rete di Mertens subentrato da pochi minuti ad Hamsik. Quando tutto lasciava pensare ad un 2-2 che sarebbe stato un ottimo risultato per il Napoli in vista del ritorno che si giocherà la settimana prossima al San Paolo, è arrivata la beffa. Ancora una volta un Gervinho in forma stratosferica ha infilato il pallone alle spalle di Reina a conclusione di una delle sue volate in velocità. Il 3-2 con cui si è concluso il match tiene apertissimo il discorso qualificazione; con la spinta del San Paolo gli azzurri potranno giocarsi la chance di conquistare la finale di una Coppa Italia che inizialmente sembra quasi una competizione inutile e che poi si rivela un traguardo comunque sempre ambito dalle grandi squadre e la spettacolarità della partita di questa sera ne è la conferma. La squadra di Benitez, con la prestazione di questa sera ha comunque voluto mandare un messaggio ai giallorossi in chiave campionato; per la lotta al secondo posto i partenopei ci sono ancora. Per continuare a rincorrere i capitolini però bisogna ricominciare a vincere magari iniziando proprio dalla gara in programma al San Paolo Sabato prossimo alle 20,45 contro il Milan.