Si comincia stasera alla Juventus Stadium con il match col Real, domani tocca ai catalani e i tedeschi

Logo Uefa Champions League

Logo Uefa Champions League

Stasera allo Juventus Stadium è previsto il pubblico delle grandi occasioni. La Juventus, per la prima volta dopo l’era post-calciopoli, approda in semifinale di Champions League. Fresco vincitore dello scudetto, il tecnico Massimiliano Allegri ha il morale alle stelle ed è sicuro che la sua squadra farà una grande partita. Dall’altra parte una habituè delle semifinali e la detentrice del titolo: il Real Madrid di Cristiano Ronaldo e Bale. Sulla sponda bianconera, il tecnico livornese dovrebbe schierare una difesa a quattro, a centrocampo torna Pirlo assente nell’ultima gara di campionato contro la Sampdoria, Pereyra che fungerà da trequartista e coppia d’attacco neanche a dirlo composta da Tevez e Morata. Nelle consueta conferenza stampa, Allegri parla così della partita più importante della stagione: “Sarà sicuramente una partita off-limits. Loro sono i campioni d’Europa ed hanno tantissimi campioni. Noi non partiamo già sconfitti, dobbiamo crederci consci delle nostre qualità”. Inoltre Allegri, ha parlato anche del tecnico del Real: “Carlo è bravo e furbo e lo dimostrano i risultati che ha ottenuto. Ha vinto tutto e dappertutto, da lui si può solo apprendere”. Infine parla di chi sicuramente non ci sarà: “Peccato per Modric e Pogba, sono due campioni assoluti e sarebbe stato bello vederli in campo. Per quanto ci riguarda, speriamo di avere a disposizione Paul per la partita al Santiago Bernabeu”.

Dall’altra parte, Ancelotti dovrà fare a meno di Modric e Benzema. Due le alternative di modulo, una con Isco, l’altra con Hernandez. Molto più probabile che il tecnico emiliano opterà per quella più difensiva, con Isco dunque a supporto di Bale e Ronaldo. Quasi certa la presenza di Sergio Ramos come centrocampista centrale e ballottaggio tra Marcelo e Coentrao sulla fascia sinistra, con il portoghese leggermente favorito secondo la stampa spagnola. Cosi Carlo Ancelotti ha presentato la gara contro la Juventus: “Contro i bianconeri sarà una partita completamente differente rispetto quella contro l’Atletico. Tutte e due hanno un buon possesso palla, ma per il resto sono due squadre totalmente differenti. Sara una semifinale e quindi una partita da non sottovalutare. Loro in casa sono molto forti ed hanno anche una buona esperienza internazionale. Io naturalmente ho già in mente chi schierare, ma non ve lo dirò. Benzema non sarà della partita a causa di un fastidio al ginocchio, mentre Bale è recuperato al cento per cento”. Alla domanda su Pirlo, Ancelotti dimostra di essere anche divertente: “Pirlo dice che per lui sono un padre? Bene, per me è come un fratello”. E poi sempre sulle dichiarazioni del numero 21 bianconero, che qualora vincesse la Champions cambierebbe area, dice: “Speriamo rimanga alla Juve anche l’anno prossimo”.

Mercoledì invece sarà il turno del Barcellona, che ospiterà il Bayern Monaco, che a detta di molti è una finale anticipata. Spagnoli ancora in lotta per lo scudetto contro il Real, mentre tedeschi, archiviata la questione Bundes, si possono concentrare totalmente sulla Champions. Guardiola contro il suo passatoo ed il suo cuore, Luis Enrique che ha voglia di dimostrare che l’allievo ha superato il maestro.  Blaugrana con la formazione tipo, con il trio delle meraviglie, Messi, Suarez e Neymar pronti ad infiammare il Camp Nou. Rakitic in cabina di regia, mentre Mascherano e Piquè dovranno neutralizzare le sfuriate offensive tedesche. Luis Enrique ha parlato di una partita speciale: “Devo essere sincero, la prima volta contro Guardiola sarà speciale. Due squadre con lo stesso DNA, anche se giocano in maniera differente. Sarà una sfida durissima ed il Bayern in questi anni ha dimostrato di essere una super potenza. Noi proveremo a vincere, perché vogliamo andare a Berlino e giocarci la finalissima”. Anche Pep Guardiola è convinto che sarà una sfida tra titani: “Contro il Barcellona non dovremo sbagliare niente. Se lasciamo un po’ di spazi, loro possono farci del male. Hanno grandi campioni e non solo in attacco. Sono sicuro che vedremo un grande spettacolo”. Bavaresi che dovranno rinunciare a Robben, Ribery, Badstuber ed Alaba, senza dimenticare che Lewandowski non è al cento per cento. Coppia centrale difensiva formata da Boateng e Benatia, mentre in attacco Goetze e Muller agiranno alle spalle dell’unica punta, Lewandowski.

PROBABILI FORMAZIONI JUVENTUS-REAL MADRID

JUVENTUS (4-3-1-2): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra; Vidal, Pirlo, Marchisio; Pereyra; Morata, Tevez. All. Allegri.

REAL MADRID (4-4-2): Casillas; Carvajal, Pepe, Varane, Coentrao; James Rodriguez, Sergio Ramos, Kroos, Isco; Bale, Ronaldo. All. Ancelotti.

PROBABILI FORMAZIONI BARCELLONA-BAYERN MONACO

BARCELLONA (4-3-3): ter Stegen; Jordi Alba, Mascherano, Piquè, Dani Alves; Busquets, Rakitic, Iniesta; Neymar, Suarez, Messi. All. Enrique.

BAYERN MONACO (4-3-2-1): Neuer; Rafinha, Boateng, Benatia, Bernat; Lahm, Xabi Alonso, Thiago Alcantara; Goetze, Muller; Lewandowski. All. Guardiola.