Logo Uefa Champions League

Logo Uefa Champions League

Terzo turno di Champions League che per le italiane può essere già fondamentale. Infatti, la Roma dopo la pesante sconfitta subita contro il Bate Borisov cerca il riscatto ed i tre punti per tenere vive le speranze di qualificazione agli ottavi, mentre la Juventus proverà ad ottenere la terza vittoria su tre che gli garantirebbe almeno un piede alla successiva fase.

I giallorossi reduci dalla convincente gara contro l’Empoli e galvanizzati dal secondo posto in Serie A, voleranno in Germania per giocarsi buona parte di qualificazione contro il Bayer Leverkusen. I tedeschi hanno già eliminato un’italiana, la Lazio, nei preliminari di agosto e la missione per gli uomini di Garcia è tutt’altro che semplice. In Bundes la squadra allenata da Schmidt è settima a 14 punti e nelle ultime 5 gare una sconfitta, due pareggi ed altrettante vittorie. Rudi Garcia è preoccupato per la trasferta, soprattutto perché sa che è una sfida decisiva:”Dobbiamo fare risultato per smuovere un po’ la classifica. Ho fiducia nei miei ragazzi e so che possiamo farcela, ma dall’altra parte troveremo una squadra che gioca un buon calcio ed a ritmi piuttosto elevati. La Roma in Germania non vince da 15 anni, per questo non sarà facile, ma vincere sarebbe importantissimo.”  Infatti, i giallorossi hanno solamente un punto, contro i tre del Bayer e del Bate e i 4 del Barcellona. Per la sfida di stasera, Garcia si affiderà agli undici che hanno battuto per 3 a 1 l’Empoli. Gli unici due dubbi riguardano la difesa: ballottaggio tra Castan e Rudiger, con quest’ultimo in vantaggio e la possibilità di inserire Nainggolan a centrocampo, Pjanic come attaccante esterno e Iago Falque che dovrebbe partire dalla panchina. Dall’altra parte, i tedeschi sono consci della possibilità di escludere quasi definitivamente la Roma dai giochi, per questo Schmidt in conferenza stampa pre-gara non ha usato giri di parole:”Con la doppia sfida contro la Roma abbiamo una ghiotta possibilità. Qualora facessimo risultato in tutte e due, avremo buone possibilità di passare il turno. Martedì dovremo provare a vincere a tutti i costi, con tre punti le cose si metterebbero piuttosto bene per noi. Per farlo però dobbiamo essere più concreti e cattivi sotto porta, ultimamente creiamo tanto, ma sprechiamo troppo.”  L’allenatore tedesco davanti si affiderà all’unica punta Chicharito Hernandez, a centrocampo Kramer, Calhanoglu e Mehmedi avranno il compito di fermare le ripartenze dei romanisti. Nell’altra gara del girone E, il Barcellona farà visita al Bate.

Mercoledì invece, sarà la volta della Juventus che a Torino ospiterà il Borussia Monchengladbach. In campionato i bianconeri fino ad ora stanno deludendo e con soli 9 punti in 8 giornate, la possibilità di lottare per lo scudetto assomiglia un po’ ad una “mission impossibile”. Tutt’altra storia invece in Champions League, dove gli uomini di Allegri hanno ottenuto due vittorie su due. Con la terza vittoria consecutiva, la qualificazione alla fase finale sarebbe qualcosa di più di una semplice speranza e l’allenatore livornese lo sa bene:”Dobbiamo prenderci i tre punti in modo tale da mettere un bel mattone sulla qualificazione. Di fronte troveremo una squadra in salute e che vuole assolutamente fare bella figura dopo le prime due sconfitte. Contro il City avrebbero meritato di più, per noi mercoledì non sarà facile.”  Il Monchengladbach appunto, che in Bundesliga dopo un avvio a dir poco disastroso e con il cambio dell’allenatore, ha ritrovato stimoli, bel gioco e risultati. Nelle ultime 5 gare in campionato ben 4 vittorie ed una sconfitta. Sabato scorso ha battuto il Francoforte per 5 a 1. Difficile, comunque, per i tedeschi pensare ad una qualificazione agli ottavi, ma Schubert, subentrato a Favre nella guida tecnica, non si dà per vinto:”Contro la Juventus sarà una gara difficilissima, ma noi proveremo a metterli in difficoltà. Dobbiamo giocare con grinta e con la giusta cattiveria. Solo esprimendo un bel gioco potremo creare qualche grattacapo ai bianconeri.”  Per quanto riguarda gli undici che scenderanno in campo, nelle fila della Juventus Alex Sandro potrebbe giocare al posto di Evra, Sturaro dovrebbe far rifiatare Marchisio, appena rientrato da un infortunio ed in attacco da valutare le condizioni di Morata, apparso assolutamente fuori forma contro l’Inter. In alternativa pronto Dybala ad affiancare Mandzukic. Nel Monchengladbach invece, Dahoud, Raffael dovrebbero essere i due centrali di difesa, Traorè, Wendt a centrocampo dovranno supportare le due punte che dovrebbero essere Korb, Xhaka. Nell’altra sfida del girone D, il City ospiterà gli spagnoli del Siviglia. Entrambe le squadre sono a quote 3.

PROBABILI FORMAZIONI BAYER LEVERKUSEN – ROMA (Martedì 20 ottobre 2015) ore 20.45

Bayer Leverkusen (4-4-2): Leno; Donati, Tah, Toprak, Wendell; Bellarabi, Kampl, Kramer, Calhanoglu; Mehmedi, Hernandez. All.: Schmidt.

Roma (4-1-2-1-2): Szczesny; Torosidis, Manolas, Rudiger, Digne; De Rossi; Florenzi, Nainggolan; Pjanic; Salah, Gervinho. All.: Garcia.

PROBABILI FORMAZIONI JUVENTUS – BORUSSIA MONCHENGLADBACH

Juventus (4-3-3) Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro (Evra); Sturaro, Khedira, Pogba; Cuadrado, Mandzukic, Morata, (Dybala). All. Allegri

Borussia Monchengladbach (4-4-2): Sommer; Christensen, Dahoud, Raffael, Stindl; Dominguez, Traorè, Wendt, Johnson; Korb, Xhaka. All.: Schubert