Logo Uefa Champions League

Logo Uefa Champions League

In Champions League la corsa verso la qualificazione agli ottavi entra nel vivo, sia la Roma che la Juventus sono chiamate all’impresa. Infatti, nella quinta giornata del girone E, la Roma volerà in Spagna per affrontare il Barcellona, mentre i bianconeri in casa ospiteranno il City.

Stasera dunque toccherà alla squadra di Garcia, che in tutti i modi proverà a prendersi tre punti fondamentali. Non sarà facile, il Barcellona viene da un momento di grande esaltazione e sabato scorso ha rifilato un pesante  poker agli avversari di sempre, il Real di Benitez. Ora gli uomini di Luis Enrique guidano la Liga con 30 punti: in 12 gare, 10 vittorie e solo 2 sconfitte, numeri da record. Anche la Roma viene da un periodo piuttosto positivo, anche se nell’ultimo match ha pareggiato per 2 a 2, contro un Bologna in ripresa. Cosi, Rudi Garcia ha presentato la difficile trasferta di stasera:”Sappiamo che il Barcellona è la squadra più forte al Mondo. Un pareggio non sarebbe un risultato negativo. Loro con un punto sarebbero matematicamente primi, mentre per noi cambierebbe poco. Certamente, noi proveremo a vincere, anche se a poche squadre è riuscito al Camp Nou.” Poi, il tecnico francese entra nel dettaglio parlando di giocatori e moduli:”De Rossi non sta benissimo e io non lo so se lo rischierò. Non voglio perdere Daniele per tante partite, forse meglio farlo riposare. In attacco abbiamo molti infortunati, giocherà chi c’è. Abbiamo un’ottima rosa e sapremo rimediare ai tanti assenti. Per quanto riguarda il modulo, non è importante se giocheremo con uno, due o tre attaccanti, ma l’importante sarà l’atteggiamento. Certamente, non possiamo pensare di attaccare tutti i 90 minuti e non ci faremo trovare impreparati nella fase difensiva.” Infine, chiude con un’analisi del match:” Noi non partiamo già sconfitti, ma dovremo essere umili. Sappiamo che affronteremo la squadra più forte in assoluto e bisognerà essere concentrati per tutta la partita.”   In difesa, Garcia punterà sull’esperienza di Maicon, spostando così Florenzi a centrocampo, in attacco ci sarà solamente Dzeko, con Iago Falque che agirà da esterno. A completare il centrocampo, Keita davanti alla difesa e Nainggolan e Pjanic al centro.  Dunque un 4-1-4-1 in fase difensiva, che in quella offensiva diventerà un 4-3-3. Dall’altra parte, Luis Enrique pensa a far rientrare Messi dal primo minuto, mentre out Mascherano. In difesa, spazio dunque a Vermaelen. Solito modulo, con Suarez e Neymar a completare l’attacco. Il tecnico spagnolo, raggiante dopo la vittoria contro le Merengues, parla del match contro la sua ex squadra:”Sarebbe bello se anche la Roma passasse il turno. Ovviamente io farò il mio lavoro e proverò a vincere, senza fare sconti a nessuno. All’andata non è stata una partita facile per noi e alla fine il pareggio è stato giusto. Ma stasera vedremo un’altra partita e i miei ragazzi vogliono dare continuità a questi risultati. Stiamo vivendo un ottimo inizio di stagione, ma non dobbiamo perdere la concentrazione.”  Infine, Enrique ha parlato di Messi e della sua condizione fisica:”L’infortunio di Leo  ormai è cosa passata. Lui sta bene e con ogni probabilità partirà dal primo minuto.”  

Mercoledì, invece sarà la volta della Juventus che in casa affronterà il City di Aguero. Allegri, dopo tre vittorie consecutive in campionato può sorridere a metà: se da una parte, infatti, i bianconeri hanno scalato posizioni su posizioni, arrivando a 6 punti dalla Roma e 7 dal sorprendente Napoli, dall’altra il gioco offerto è tutt’altro che positivo, per non dire mediocre. C’è molto da lavorare, dunque, per il livornese, anche in vista del big match contro gli inglesi. Molto probabilmente non sarà della partita Evra, uscito anzitempo contro il Milan, per un problema muscolare alla coscia sinistra. Al suo posto giocherà Alex Sandro, che proprio contro i rossoneri ha disputato un eccellente secondo tempo. Cuadrado tornerà dal primo minuto, cosi come Morata, confermato invece Dybala. A centrocampo, al posto dell’infortunato Khedira, dovrebbe giocare Sturaro. Così Allegri ha parlato della super sfida contro i citizens:”Il City è una grande squadra e per noi non sarà facile. Con un pareggio loro saranno matematicamente qualificati e anche noi faremmo un passo in avanti molto importante,  ma  dobbiamo puntare al primo posto.”  Sponda Manchester, invece, Pellegrini si è detto non particolarmente preoccupato della sconfitta di Liverpool per 4 a 1 ed è convinto che contro la Juve i suoi ragazzi sapranno rialzare la testa:”Contro i bianconeri sarà una partita difficile. Noi vogliamo i tre punti a tutti i costi per chiudere primi del girone. All’andata ci hanno battuti, ma quella di domani sarà tutt’altra sfida.” De Bruyne partirà dal primo minuto, insieme a Sterling ed il solito Aguero, (anche contro il Liverpool l’ultimo ad arrendersi). In difesa, invece, Kompany out e spazio dunque a Mangala ed Otamendi. Indisponibili  oltre a Kompany, anche Bony, David Silva e Nasri.

BARCELLONA – ROMA, stasera, inizio gara 20.45

PROBABILI FORMAZIONI:

BARCELLONA (4-3-3): Ter Stegen; Dani Alves, Piqué, Vermaelen, Jordi Alba; Sergi Roberto, Busquets, Iniesta; Messi, Suarez, Neymar

ROMA (4-1-4-1): Szczesny; Maicon, Manolas, Rudiger, Digne; Keita; Iago Falque, Pjanic, Nainggolan, Florenzi; Dzeko.

JUVENTUS-MANCHESTER CITY, domani sera, inizio gara 20.45

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Alex Sandro, Pogba, Marchisio, Sturaro, Cuadrado; Morata, Dybala.

MANCHESTER CITY (4-2-3-1): Hart; Sagna, Otamendi, Mangala, Kolarov; Tourè, Fernandinho, Navas, De Bruyne, Sterling; Aguero.