Bellissima e convincente prestazione della Juventus, che nella partita di ritorno di ottavi di Champions League, affonda il Borussia Dortmund per 3 a 0. Tedeschi mai pericolosi e Buffon praticamente uno spettatore non pagante. Gli uomini di Allegri, concentrati per tutti i 90 minuti, non concedono nulla e di ripartenza si sono dimostrati micidiali. Nell’altro ottavo, con un Guardiola divertito in tribuna, il Barcellona vince per 1 a 0 contro il Manchester City. Solo un ottimo Hart ha impedito la disfatta, per gli azzurri di Manchester da segnalare anche un rigore fallito da Aguero.

Tevez strepitoso. La sua doppietta in Germania regala i quarti di Champions League alla Juventus

Tevez strepitoso. La sua doppietta in Germania regala i quarti di Champions League alla Juventus

In Germania, i tifosi raccolgono l’invito di Klopp di rendere l’Iduna Park un inferno. Atmosfera suggestiva e Borussia Dortmund che ci crede. Nelle primissime battute buoni i ritmi dei tedeschi, che aggrediscono, attaccano e non lasciano respirare i bianconeri. Ma la squadra di Allegri è attenta e non si lascia intimorire. E neanche il tempo di iniziare che Tevez porta in vantaggio la Juve. Tiro potentissimo di collo pieno e pallone che si va ad insaccare alle spalle di Weidenfeller. C’è da dire, però, che il portiere tedesco c’ha messo del suo, forse con la visuale coperta da Hummels, vede partire il pallone troppo tardi e non riesce ad intervenire. Ora i tedeschi devono segnare almeno 2 goal per andare ai supplementari e si spingono in avanti. I bianconeri, con l’infortunio di Pogba alla mezz’ora del primo tempo, il conseguente ingresso di Andrea Barzagli e cambio di modulo, vanno un pochino in confusione e i gialloneri provano ad approfittarne. I primi 45 minuti, però, si chiudono sull’uno a zero per gli ospiti. Nella ripresa, gli uomini di Klopp sembrano avere meno benzina e Morata ha due palle goal per chiudere i conti, ma questa volta Weidenfeller compie degli ottimi interventi. Ma la seconda rete è solo questione di tempo. Al 70’, palla geniale di Marchisio, Tevez corre sulla linea del fuorigioco, entra in area e serve un pallone che Morata deve solo spingere dentro. Grande esultanza da parte dei torinesi e quarti ipotecati. Un Borussia sfiduciato prova a fare qualcosa, ma al 79′ è Tevez a fare il tris. Azione offensiva della Juve, l’argentino s’impossessa della sfera e dal limite dell’area e lascia partire un bolide su cui Weidenfeller non riesce ad intervenire. Partita chiusa ed Allegri che già sta pensando al sorteggio di venerdì.

Nell’altro ottavo, si è visto un Barcellona stratosferico. Gli esperti sono sicuri, sarà la squadra di Luis Enrique la favorita per la vittoria finale. Contro il Manchester, Messi fa vedere delle giocate pazzesche ed assist geniali. Così come nella rete di Rakitic. L’argentino serve in area il croato, il quale con un pallonetto scavalca Hart e sigla il goal della vittoria. Il City, anche in virtù del risultato dell’andata si spinge in avanti, lasciando inevitabilmente spazi ai blaugrana. Prima Neymar e poi Suarez colpiscono il legno e primo tempo che si conclude con un po’ di nervosismo da parte degli uomini di Pellegrini (Nasri prende un giallo per un brutto ed inutile fallo su Neymar , forse poteva starci anche il rosso). Nella ripresa, il copione non cambia ed il brasiliano del Barça in più occasioni ha la palla del due a zero, ma un pizzico di imprecisione e un’ottima gara da parte del portiere della Nazionale inglese, hanno impedito la goleada. Gli spagnoli, negli ultimi 20 minuti calano visibilmente e Aguero e compagni cercano di approfittarne. Al 78’ l’arbitro concede il penalty per fallo in area di Pique proprio su Aguero. Ė lo stesso numero 16 che va dal dischetto, ma si fa ipnotizzare dall’ottimo Ter Stegen, che compie un mezzo miracolo. Partita che si conclude uno a zero, dunque e Barça che entra nella storia, infatti è l’ottavo anno di fila che ottiene l’accesso ai quarti.

Con queste due ultime gare si concludono gli ottavi. Le otto pretendenti al titolo sono: Real Madrid, Barcellona, Atletico Madrid, Bayern Monaco, Porto, Monaco, Psg e Juventus. Venerdì, ore 12 ci sarà il sorteggio, per l’italiana l’ideale sarebbe pescare una tra Porto e Monaco. Da evitare assolutamente il Barcellona ed il Bayern di Pep. Allegri è però fiducioso e convinto che la sua Juve possa dar fastidio a chiunque.