dortmund-napoliNapoli – Serata amara per il popolo azzurro che vede svanire, per il momento, la qualificazione agli ottavi di Champions League. Un passaggio del turno che a questo punto si complica vertiginosamente in quanto, considerato che è molto probabile che il Borussia Dortmund espugni il “Velodrome” di Marsiglia, al Napoli non resta che vincere con tre goal di scarto con l’Arsenal, compito arduo considerata la caratura tecnica dell’avversario. Una sconfitta quella con i tedeschi diversa da quella subita con il Parma. La squadra ha giocato con personalità e con il piglio giusto; ha pagato qualche ingenuità di troppo come quella di Fernandez che ha provocato un rigore in favore del Borussia dopo pochi minuti e quella di Armero che ha regalato  palla agli avversari consentendo loro di siglare il 3-1, risultato con cui si è concluso il match. Complice del risultato negativo, la scarsa vena di Higuain, apparso sotto tono e sprecone quando bisognava buttarla dentro e quella di Callejon, apparso in calo rispetto a qualche settimana fa nonostante un guizzo interessante nel primo tempo con un ottimo diagonale stampatosi sul palo. Non sono bastati un super Reina, un Pandev generoso ed un Insigne che, entrato a gara in corso, ha dato vivacità all’attacco azzurro realizzando il goal del momentaneo 2-1 in favore dei tedeschi.