cesnapIl Napoli, con il lutto al braccio per la morte di Pino Daniele, espugna il campo del Cesena con lo stesso punteggio del 26 Settembre 2010 quando in panchina sedeva Mazzarri e a guidare l’attacco azzurro c’era Cavani che in quell’occasione realizzò una doppietta. Due reti ieri anche per Higuain, l’attuale bomber dei partenopei che insieme a Callejon ed Hamsik hanno portato la squadra di Benitez avanti di quattro goal. La rete di Brienza alla mezzora della ripresa ha chiuso il punteggio sul 1-4 finale. Dopo un avvio tutto dei padroni di casa, il Napoli ha preso in mano il gioco e da allora non vi è stata più partita. Netta la superiorità degli azzurri che hanno portato a casa il bottino pieno senza troppi affanni e agganciato nuovamente la Lazio al terzo posto. Oltre alla prestazione maiuscola di El Pipita, da evidenziare anche le prove di Hamsik e De Guzman oltre al solito motorino Callejon. Un ottimo avvio di 2015 che fornisce la carica giusta in vista del prossimo match di campionato del San Paolo contro la Juventus.

 

Tabellino e voti

Cesena (3-5-1-1): Leali 5,5; Capelli 5, Lucchini 5 (1′ st Rodriguez 6), Magnusson 5; Giorgi 5, Valzania 5,5 (34′ st Volta s.v.), Ze Eduardo 5, Cascione 5 (24′ st Carbonero s.v.), Mazzotta 5,5; Brienza 6,5; Hugo Almeida 4. A disp. Agliardi, Nica, Krajnc, Iglio, Garritano, Cazzola, Djuric, De Feudis, Succi. All. Di Carlo.

Napoli (4-2-3-1): Rafael 6; Maggio 6, Albiol 6, Henrique 6,5, Britos 6; Lopez 6, Gargano 6 (22′ st Jorginho s.v.); Callejon 6,5 (39′ st Radosevic s.v.), Hamsik 7, De Guzman 6,5 (18′ st Mertens 6,5); Higuain 8. A disp. Andujar, Colombo, Mesto, Koulibaly, Strinic, Inler, Zapata. All. Benitez.

Arbitro: Massa

Marcatori: 29′ Callejon (N), 41′ Higuain (N), 19′ st Capelli, autogol (C), 27′ st Higuain (N), 30′ st Brienza (C)

Ammoniti: Capelli (C), Gargano, Henrique (N)