fred2

Brasile campione, tre schiaffi alla Spagna

fred2Napoli – Il Brasile vince la Confederations Cup 2013, davanti al suo pubblico stendendo i campioni spagnoli per 3-0. Subito in vantaggio con Fred, i verdeoro rischiano di subire il pari degli iberici sul finire del primo tempo ma pochi minuti dopo piazzano il goal del raddoppio con Neymar. In apertura di secondo tempo i padroni di casa chiudono i giochi rifilando la terza rete alla Spagna. E’ ancora Fred a finalizzare l’azione del Brasile. Match che potrebbe essere riaperto grazie ad un calcio di rigore per  gli ospiti che non concretizzano in virtù dell’errore dagli undici metri di Sergio Ramos. L’ espulsione di Piquè per un brutto fallo su Neymar da l’idea della serata no vissuta dai campioni iberici. Determinante l’apporto del pubblico di casa quando il punteggio era ancora in bilico infatti ad ogni tocco di palla della Spagna dalle gradinate partivano bordate di fischi. Si spengono così i riflettori su una competizione che in partenza sembrava essere snobbata dalle nazionali ed invece è stata giocata da tutti con il coltello tra i denti, lottando pallone su pallone fino all’ultimo istante di giuoco.

bonucci

Spagna in finale, Bonucci-de l’Italia

bonucciNapoli – La Spagna conquista la finalissima contro il Brasile grazie ai calci di rigore ai quali si è arrivati dopo un’ottima prestazione dell’Italia sia nei tempi regolamentari che  supplementari. Al di la dell’errore decisivo di Bonucci dagli undici metri, agli azzurri è mancato un centravanti che potesse sostituire Balotelli. Gilardino ci ha messo tanto impegno e tanta volontà ma ieri era evidente che l’attaccante del Genoa non era nelle migliori condizioni. In una gara così un Pazzini o un Osvaldo avrebbe fatto molto comodo a Prandelli. Positiva la prova di tutti gli azzurri in campo in particolare grandi prestazioni di Chiellini, Maggio e Candreva. Ridotto il gap con la Spagna ma gli iberici hanno ancora qualcosina in più, basta vedere che quando attaccano lo fanno a ritmi elevatissimi, cosa che ancora non riesce nè all’Italia nè alle altre nazionali.

Paulinho-gol-Brasile-PP

Brasile-Uruguay 2-1, verdeoro in finale

Paulinho-gol-Brasile-PPNapoli – Paulinho decide la semifinale tra Brasile ed Uruguay con un colpo di testa su azione da calcio d’angolo. Cavani aveva pareggiato il goal siglato da Fred. Gara che non ha mai cambiato i contenuti tattici; padroni di casa sempre in avanti a cercare la rete, ospiti rintanati con i tre attaccanti che si son dovuti sacrificare in ripiegamenti difensivi continui. Brasile in finale, Uruguay che torna a casa a testa alta. Da segnalare un rigore parato da Julio Cesar a Forlan, nel primo tempo, sul punteggio parziale di 0-0.

hernandez

Goleada Uruguay, Hernandez serve il poker. Spagna, tris alla Nigeria

hernandezNapoli – La serata di ieri ha confermato i pronostici; l’Uruguay ha steso per 8-0 la squadra materasso della Confederations Cup ovvero Tahiti. Protagonista Hernandez; l’attaccante del Palermo è tornato quello di un tempo con quattro squilli che non ammettono repliche dopo che per un lungo periodo non ha fatto parlare di se. La Spagna ha battuto la Nigeria per 3-0, partita piacevole, punteggio troppo pesante per gli africani che avrebbero meritato almeno di segnare un goal. Un super Jordi Alba e il solito cecchino Torres decidono l’incontro. Sia i sudamericani che gli iberici giocheranno le semifinali di questa prestigiosa competizione. All’ Uruguay è toccato il Brasile, alla Spagna l’Italia di Prandelli.

fred

Italia-Brasile 2-4, in semifinale sarà rivincita per gli azzurri

fredNapoli – In un clima di guerra all’esterno dello stadio per la rivolta in atto del popolo brasiliano ben ammortizzata dall’esercito e di festa all’interno della struttura sportiva, l’Italia cade contro i padroni di casa al termine di un match abbastanza equilibrato deciso da alcuni episodi dubbi. A segno Giaccherini e Chiellini per gli azzurri, Dante, Neymar e Fred per due volte per i verdeoro. Sarà dunque la Spagna l’avversario della Nazionale in semifinale. Un match sicuramente complicato per il team di Prandelli ma è anche l’occasione per prendersi una rivincita dopo la sconfitta in finale degli ultimi Europei sia a livello di nazionale maggiore che di Under 21.

EURO 2012: ITALY NATIONAL TEAM

Italia-Brasile, formazioni ufficiali

EURO 2012: ITALY NATIONAL TEAMNapoli – In uno stadio blindato da numerosi militari dell’esercito sta per aver inizio Italia – Brasile. Queste le formazioni ufficiali:

 

Italia (4-3-2-1): 1 Buffon; 20 Abate, 19 Bonucci, 3 Chiellini, 5 De Sciglio; 8 Marchisio, 18 Montolivo, 7 Aquilani; 23 Diamanti, 6 Candreva; 9 Balotelli.  All.: Prandelli.

Brasile (4-2-3-1): 12 Julio Cesar; 2 Dani Alves, 3 Thiago Silva, 4 David Luiz, 6 Marcelo; 8 Hernanes, 17 Luiz Gustavo; 19 Hulk, 11 Oscar, 10 Neymar; 9 Fred. All.: Scolari.

forlan-diego3

Uruguay – Nigeria 2-1, decide Forlan su assist di Cavani. Passeggia la Spagna con Tahiti: 10-0

forlan-diego3Napoli – L’Uruguay supera l’ostacolo Nigeria grazie ad un gran goal di Forlan. Nell’azione della rete decisiva sono entrati anche Suarez e Cavani segno che il tridente composto da questi tre tenori è la soluzione migliore per il team di Tabarez. Nell’ altra gara della serata la Spagna passeggia con Tahiti. Da segnalare il poker di Torres, anche se la caratura degli avversari è di livello molto basso.

giovinco

Italia – Giappone 4-3. Festival del goal, azzurri in semifinale

giovincoNapoli – L’Italia conquista la semifinale della Confederation Cup con un turno d’anticipo grazie al successo rocambolesco conquistato ai danni del Giappone di Zaccheroni. Dopo un avvio super dei nipponici con gli azzurri sotto di due goal (Honda, Kagawa), la squadra di Prandelli ha saputo reagire e ribaltare il punteggio a proprio favore (De Rossi, autogoal di Uchida, Balotelli) per poi farsi riagguantare dalla rete di Okazaki. Quando tutto sembrava deciso, ecco il goal che non ti aspetti di Giovinco che regala tre punti qualificazione agli azzurri. 

EURO 2012: ITALY NATIONAL TEAM

Italia, obiettivo Semifinale. Giappone, emozione Zac

EURO 2012: ITALY NATIONAL TEAMStasera alle ore 24 italiane la Nazionale scenderà in campo per la seconda giornata della Confederations Cup. Avversario di turno sarà il Giappone, sconfitto alla prima partita dal Brasile con un secco 3-0. Nelle fila Giapponesi riflettori puntati sul CT Alberto Zaccheroni che vivrà questo match tra mille emozioni. Per lui sarà una gara speciale. La sua squadra ha bisogno di punti, altrimenti sarà tagliata fuori per le Semifinali. Ma i nipponici al momento hanno poche chances di qualificazione soprattutto se si considera l’atteggiamento rinunciatario e poco coraggioso assunto contro il Brasile. D’altro canto ci sarà un’Italia che in caso di vittoria staccherà in anticipo il biglietto valevole per la Semifinale. Prandelli dovrebbe schierare il solito 4-3-2-1. Salvo clamorosi colpi di scena quindi, la formazione schierabile potrebbe essere la solita ad eccezione di Giaccherini che sarà sostituito da El Shaarawy. Nel Giappone l’unico dubbio resta la riconferma di Okazaki. In caso di forfait spazio a Maeda.

Probabili formazioni:
Italia (4-3-1-2): Buffon, Abate, Barzagli, Chiellini, De Sciglio; De Rossi, Pirlo, Marchisio; Montolivo; El Shaarawy, Balotelli. CT Cesare Prandelli

Giappone (4-2-3-1): Kawashima; Uchida, Yoshida, Konno, Nagatomo; Hasebe, Endo; Kiyotake, Honda, Kagawa; Okazaki. CT Alberto Zaccheroni


Fatal error: Call to undefined function the_posts_pagination() in /web/htdocs/www.ilcalciocheconta.com/home/wp-content/themes/bhost/index.php on line 35