Soccer: Europa League; Napoli-Villarreal

Conferenza Sarri post Napoli-Villarreal

Soccer: Europa League; Napoli-VillarrealL’allenatore ha parlato dell’eliminazione del Napoli dall’Europa League a causa del pareggio con il “sottomarino giallo”

Andiamo a leggere le dichiarazioni di mister Sarri nel post Napoli-Villarreal 1-1 che ha segnato l’eliminazione della squadra azzurra dall’Europa League

Non le dispiace essere fuori dalle coppe a febbraio? ”Mica l’abbiamo fatto di proposito, ci tenevamo tantissimo ed abbiamo battagliato fino al 93′. Prendiamo l’aspetto positivo, abbiamo settimane piene per allenarci con continuità come finora non abbiamo fatto”.

Difficile commentare una gara del genere. Perché non ha inserito prima Gabbiadini? ”Possiamo farle per spezzoni di gara, ma la squadra creava molto anche senza il doppio centravanti. Ringrazio il pubblico, siamo usciti dall’Europa tra gli applausi. Il pubblico è diverso da quello che viene dipinto, in Italia succede raramente. Ringrazio anche la squadra che ha dato l’anima. Non chiediamo fortuna, ma solo che la sfortuna guardi altrove. Abbiamo perso su tiri deviati, ora su uno che voleva crossare. Noi dobbiamo essere più lucidi nei momenti decisivi, non possiamo fare 16 palle gol per 2 gol, quindi dobbiamo essere più precisi”

Sulla condizione fisica: “Non stiamo male, la parte finale del match l’ha dimostrato. A noi brucia l’eliminazione, farà male anche alla Fiorentina. Vorrei che la squadra continuasse così senza battere ciglio, con queste prove prima o poi il risultato arriverà, è logico”.

Higuain non segna dal 7 febbraio ed il Napoli non vince dal 7 febbraio. “Che giorno è oggi? Il 25, cavolo tantissimo… ha fatto 10 conclusioni a partita, bisogna accettare un momento così anche per un fuoriclasse. I suoi parametri fisici non sono neanche cattivi, non possiamo preoccuparci di Higuain…”

Si prende qualche gol in più rispetto a prima. “Mah, concediamo pochissimo. Una doppia deviazione a Torino, un intervento sporco di Koulibaly che mette fuori tempo la difesa, oggi un destro che crossa di sinistro e sbaglia mettendola in porta. Stiamo difendendo benissimo in questo momento. 83% di supremazia territoriale oggi, senza prendere ripartenze, abbiamo avuto grande attenzione a distribuzioni palla e posizioni. Non concediamo quasi nulla”.

Il lato positivo? “Non pioveva (ride, ndr)”. Meglio concentrarsi solo sul campionato? ”L’unico lato positivo in una serata negativa, speriamo di essere lì a lottare fino all’ultima giornata, quello che vuole il popolo napoletano. Mi sono reso conto che l’Europa è uno sfizio, ma è il campionato che interessa (ride, ndr)”

Ha qualche rimpianto nei 180 minuti? “L’approccio è stato buono in entrambe le gare, c’è stata intensità, applicazione, lì era difficile, ma abbiamo avuto 3 palle gol a testa e la supremazia, oggi è andata come abbiamo visto, 83 palloni giocati in area contro 18, una supremazia chiara, certo dobbiamo fare gol, ma non riesco ad essere preoccupato”.

Il centro tecnico di Castelvolturno

Napoli, serve concretezza sotto porta

Contro il Villareal sarà fondamentale concretizzare le occasioni create

 

Il centro tecnico di Castelvolturno

Il centro tecnico di Castelvolturno

Concretezza sotto porta, è questa la caratteristica mancata al Napoli nelle ultime quattro partite in cui si sono raccolti soltanto una vittoria ed un pareggio oltre alle due sconfitte. Caratteristica che non dovrà mancare domani contro il Villareal in una sfida che potrebbe vedere Higuain in campo dal primo minuto; “Deciderà lui!” così Maurizio Sarri sull’impiego del fuoriclasse argentino, nella conferenza stampa terminata poco fa in quel di Castelvolturno. Una gara da affrontare come le altre, con il solito piglio, facendo la partita, cercando di limitare al massimo le ripartenze del team spagnolo; non bisognerà pensare al punteggio sfavorevole maturato nel match d’andata, non si dovranno avere timori di subire un goal che complicherebbe notevolmente la mission dei partenopei. Una sfida che in casa Napoli sarà affrontata con un turn over che interesserà solo quei calciatori che nella giornata odierna mostreranno segnali evidenti di stanchezza. Vincere per proseguire il cammino verso la finale di Europa League, è questo l’imperativo di Raul Albiol che ha parlato subito dopo la conferenza del tecnico azzurro.

hamsik

Villarreal-Napoli: le voci dei protagonisti in casa azzurra

hamsikHanno parlato in sala stampa capitan Hamsik, Callejon e Koulibaly

Andiamo leggere le dichiarazioni dei protagonisti del match del “Madrigal” che il Napoli ha perso 1-0.

Hamisk: “E’ un peccato, abbiamo subito un altro gol alla fine. Si gioca però anche il ritorno e credo sia una gara aperta. Oggi abbiamo fatto meglio in attacco rispetto a quanto fatto a Torino, abbiamo creato ma non siamo riusciti a fare gol. Una rete ci avrebbe aiutato in vista del ritorno, ma possiamo ancora riuscire a ribaltare il risultato. Nervosismo? No, fa parte del gioco a fine gara. Abbiamo costruito ma ci è dispiaciuto non fare gol”.

Callejon: “Sono d’accordo col mister, le cose non vanno bene come prima. Tuttavia stiamo giocando bene come prima, è mancato il gol. Un calcio piazzato è stato determinante”. Il fallo di Soriano? ”Ho protestato, aveva un braccio indietro ma ha cambiato la direzione del pallone. Per me era rigore”. Sconfitte contro Juve e Villarreal è un campanello d’allarme? ”Siamo tranquilli, lavoriamo come sempre. Non abbiamo segnato, ma dobbiamo restare tranquilli. Siamo una grande squadra con grandi calciatori”. Qualificazione ancora aperta? ”Certo. E’ una gara che dura 180′, adesso arriva la gara col Milan. Poi ci sarà il ritorno, vogliamo il San Paolo pieno per passare il turno. Daremo il 110%”. Cosa ha detto Sarri? “Bisogna vedere cosa è successo in campo. Adesso le cose non vanno bene come prima, ma siamo tranquilli. Tutto quello fatto prima, se dovessimo continuare a farlo, vinceremo ancora tante gare”. Il Milan? “Adesso si riprende col campionato. Stanno giocano bene, stanno vincendo. Ma al San Paolo stiamo facendo bene e stiamo vincendo, dobbiamo proseguire così”.

Koulibaly: “Volevamo reagire dopo la sconfitta contro la Juventus, abbiamo giocato bene stasera. Questo gol che abbiamo subito negli ultimi minuti del match ci dà in po’ fastidio perché abbiamo gestito bene la partita. Abbiamo fatto una buona partita, abbiamo giocato il nostro calcio ed era difficile contro il Villarreal che è una squadra forte. Speriamo che in casa riusciremo a fare il nostro lavoro, dopo questa partita dobbiamo fare qualcosa in casa.

Milan? Per noi tutte le partite sono decisive, abbiamo tredici partite fino alle fine. Proveremo a vincere tutte le partite giocando il nostro calcio come abbiamo fatto allo Juventus Stadium. Bacca? Tutti gli attaccanti sono forti, lui si sente bene in questo momento penso ma anche noi abbiamo le nostre certezze. Contro la Juve e stasera abbiamo fatto delle buone partite, ma dobbiamo trovare l’equilibrio e non prendere questi gol negli ultimi minuti”.

delaurentiis

Europa League: Villareal-Napoli, Aurelio De Laurentiis mette in guardia:”Villareal squadra super”

delaurentiisAlle 19 di stasera, andrà in scena il primo atto dei sedicesimi di finale della Uefa Europa League tra Villarreal Club de Fútbol e S.S.C. Napoli. Il match si disputerà allo stadio “El Madrigal”, tana del Submarino Amarillo. Suona la carica il presidente Aurelio De Laurentiis, che è volato in Spagna con la squadra per stare vicino ai calciatori, in un’intervista a Radio Kiss Kiss Napoli afferma: “Vogliamo fare bene anche in Europa League, non la prendiamo sotto gamba. Ci sono squadre in questa competizione molto più forti di quelle affrontate nel girone eliminatorio. Il Villarreal è una squadra super che ha valori importanti e tanti giovani da tenere in considerazione: è la quarta forza in Spagna dopo le tre top della Liga. Sarà una partita molto complicata, da seguire con grande attenzione. La Madonna ci accompagni…”. Il patron si sofferma poi sul momento che sta vivendo la squadra azzurra:

“Ora ci ritroviamo a voler sempre di più, ma restiamo con i piedi per terra: all’inizio non ci credeva nessuno, dovetti difendere Sarri e addossarmi la responsabilità della sua scelta. Sarri è rispettato dal gruppo, ci è riuscito imponendosi con le sue idee e non con la forza”.
In casa Napoli c’è comunque odore di turnover, nonostante mister Sarri abbia affrontato una conferenza pre-partita abbastanza criptica; in attacco sono quasi sicure le scelte di Manolo Gabbiadini e Dries Mertens per far rifiatare rispettivamente Higuain e Insigne. A centrocampo è certo l’avvicendamento tra Valdifiori e Jorginho, in quanto quest’ultimo è rimasto a Napoli causa influenza, ad agire quindi ai lati del regista italiano ci saranno David Lopez e il capitano Marek Hamsik. Nel pacchetto arretrato Strinic sostituirà Ghoulam sull’out sinistro mentre a destra confermato Hysaj, coppia centrale Chiriches-Koulibaly.

Il centro tecnico di Castelvolturno

Napoli, Villareal per dimenticare Torino

Il centro tecnico di Castelvolturno

Il centro tecnico di Castelvolturno

Dopo la debacle esterna a Torino, che è anche costata il primo posto, gli azzurri sono tornati agli ordini di mister Sarri per preparare il match di giovedì in Europa League contro il Villarreal. Proprio per questo incontro i tifosi partenopei hanno già acquistato tutti i biglietti del settore ospiti disponibili, circa mille, per far sentire tutto il proprio sostegno alla squadra; altri tifosi del Napoli saranno presenti un po’ in tutti i settori dello stadio “Madrigal” che registrerà il tutto esaurito per accogliere un match che è ormai diventato una costante delle sfide europee. Dall’urna di Nyon infatti, gli azzurri avrebbero potuto aspettarsi un sorteggio più “morbido” per la qualificazione agli ottavi di finale, anche forti del fatto di aver terminato il girone al primo posto. Il Submarino Amarillo è invece arrivato al secondo posto nel gruppo E, alle spalle del Rapid Vienna, e solo il pareggio per 3-3 all’ultima giornata ha impedito agli spagnoli di agguantare il primo posto. Sarà quindi una sfida dal gusto particolare in cui i partenopei partiranno sicuramente con i favori del pronostico, sapendo comunque di dovere affrontare un avversario ostico e che ha sempre dato battaglia negli incontri precedenti.

Buone notizie arrivano da Castelvolturno, Alberto Grassi è già tornato a calciare il pallone ad a svolgere gran parte dell’allenamento con la squadra, recuperando di fatto dall’operazione al menisco che lo ha tenuto lontano dai campi da gioco per quasi un mese; non partirà comunque per la trasferta nella penisola iberica ma mister Sarri potrebbe decidere di fargli riassaporare il campo già partendo da lunedì sera nel posticipo contro il Milan.

DIMARO RITIRO NAPOLI CALCIO ALLENAMENTO 14 LUGLIO 2015

Napoli-Midtjylland, Sarri:”L’Europa League conta quanto il campionato”

 Obiettivo primo posto nel girone

DIMARO RITIRO NAPOLI CALCIO ALLENAMENTO 14 LUGLIO 2015L’Europa League per noi conta quanto il campionato, domani vogliamo vincere e chiudere il discorso qualificazione“. Maurizio Sarri sintetico e determinato in conferenza stampa alla vigilia del match con il Midtjylland. Il tecnico azzurro vuole un Napoli concentrato e deciso per superare il turno e continuare sulla striscia positiva.

Ho grandissima considerazione dell’Europa League che io ritengo una competizione molto importante alla quale teniamo molto. L’obiettivo non è solo qualificarci ma anche ottenere il successo per arrivare primi nel girone e poter accedere ad un sorteggio migliore“.

Ci sarà turnover? “La squadra sta trovando un suo equilibrio, quindi ci saranno dei cambi ma non eccessivi. Devo far riposare chi ha giocato di più, ma ho uomini validi in alternativa che possono mantenere integra la filosofia di gioco e la fisionomia di squadra“.

Ci saranno Maggio e Strinic sugli esterni di difesa? “Maggio è un elemento importante per noi e giocherà. Strinic ha avuto qualche difficoltà iniziale di assimilazione degli schemi ma sta progredendo e lo tengo in grande considerazione“.

Che squadra ha visto a Genova? C’è il rimpianto di non aver vinto? “In linea generale ci è mancato solo il gol e se devo analizzare la prestazione globale, questo è un dettaglio. Magari è un dettaglio importantissimo ai fini del risultato, ma io come tecnico devo guardare l’espressione di gioco. La squadra ha mostrato voglia di vincere, fame e personalità. Di questo sono soddisfatto“.

 

Mirko Valdifiori è sulla linea del tecnico azzurro: “Ci teniano all’Europa e domani vogliamo fare una gran partita per vincere il Girone di qualificazione. Se il mister mi manderà in campo sono pronto a dare il massimo”.

“Mi sto allenando bene, mi sento in crescita come condizione e so che posso dare il mio contributo alla squadra. Conosco le mie potenzialità e sono tranquillo. Ho la fiducia del tecnico e dei compagni e sono sereno. Ho fiducia nei miei mezzi e sono consapevole di poter essere anche io protagonista in questa stagione”.

“Il mio intento è quello di dare il massimo anche per dare più dubbi sulle scelte al mister, ma l’importante è che la squadra abbia trovato una sua identità precisa ed una solidità importante. Poi la rosa è ampia e chi va in campo sa farsi trovare pronto. Siamo un gruppo unito e tutti vogliamo il meglio per il Napoli a partire da domani per proseguire il nostro cammino in Europa“.

Fonte: SSC Napoli

DIMARO RITIRO NAPOLI CALCIO ALLENAMENTO 14 LUGLIO 2015

Europa League: Midtjylland-Napoli, i convocati di mister Sarri

DIMARO RITIRO NAPOLI CALCIO ALLENAMENTO 14 LUGLIO 2015Questi i convocati di mister Sarri per la gara contro il Midtjylland valevole per il terzo turno di Europa League:

Reina, Gabriel, Rafael, Maggio, Henrique, Hysaj, Ghoulam, Strinic, Valdifiori, Jorginho, Albiol, Koulibaly, Chiriches, Allan, Chalobah, David Lopez, Dezi, El Kaddouri, Hamsik, Callejon, Insigne, Gabbiadini, Higuain.

Proseguono le terapie per Mertens che non partirà per la Danimarca.

 

Ancora nessuna novità sul rinnovo di Maggio

Napoli, contro il Legia Varsavia probabile un ampio turn over

Nulla di grave l’infortunio di Insigne.

Il gioiello di Frattamaggiore sarà disponibile per il match contro il Milan

Ancora nessuna novità sul rinnovo di Maggio

Archiviata la grande serata di Sabato che ha visto il Napoli portare a casa il bottino pieno contro la Juventus, gli azzurri sono a lavoro in quel di Castel Volturno per preparare la sfida di Europa League di Giovedì sera contro il Legia Varsavia. Con il gruppo è tornato a lavorare anche Lorenzo Insigne che ieri si è sottoposto a risonanza magnetica per l’infortunio al ginocchio che lo ha costretto ad uscire nel match contro la Juve. Gli esami hanno escluso lesioni pertanto il gioiellino di Frattamaggiore sarà in campo nel prossimo week end quando i partenopei saranno ospiti del Milan a San Siro. Insigne non sarà rischiato Giovedì sera contro i polacchi ma non sarà l’unico titolare a non scendere in campo. Probabile infatti un ampio turn over per dare spazio a chi fin qui ha giocato meno e dunque probabilmente vedremo in campo gente come Maggio, David Lopez, Gabbiadini, Strinic, Chiriches, Mertens, Valdifiori ed El Kaddouri.

europal.

Europa League, Napoli-Brugge, Sarri:”Daremo il massimo in questa competizione”

Il tecnico azzurro annuncia qualche rotazione nel undici di partenza

 

Logo Europa League

E’ il giorno di Napoli-Brugge, gara che sancisce l’esordio degli azzurri in Europa League, una competizione che Sarri definisce lunga e complicata ma che verrà affrontata dando il massimo in ogni partita. Il tecnico azzurro ha parlato ieri in conferenza stampa e si è detto concentrato e non emozionato per il suo esordio personale in panchina in una competizione europea. L’allenatore toscano originario di Bagnoli vuole che la sua squadra impari a gestire le fasi della partita in cui non è il suo team ad avere in mano il pallino del gioco in quanto i goal subiti contro Sampdoria ed Empoli sono arrivati nel giro di pochi minuti quando i suoi uomini hanno tirato un po’ il fiato sul piano del pressing e dell’intensità. E’ questa la chiave per raggiungere la prima vittoria in una gara ufficiale in questa stagione.

sorteggio_champions

Sorteggio Europa League, Napoli in prima fascia

Da evitare Liverpool e Monaco

sorteggio_championsIeri a Montecarlo si è tenuto il sorteggio della prossima Champions League; oggi alle 13,00 stessa location si terrà quello di Europa League che vede il Napoli come spettatore molto interessato. Partenopei che in questa urna avranno il privilegio di stare in prima fascia pertanto salvo una clamorosa combinazione di estrazioni, dovrebbero giocare un girone abbastanza abbordabile considerando anche il fatto che squadre della stessa federazione non possono affrontarsi per cui dei club in seconda fascia sicuramente non verranno pescate Fiorentina e Lazio. Per quanto concerne la seconda fascia la squadra da evitare è sicuramente il Liverpool mentre in terza fascia meglio non pescare il Monaco, infine i club presenti in quarta fascia sono tutti di livello tecnico inferiore rispetto al Napoli.  Le partite si giocheranno il 17 settembre, 1 e 22 ottobre, 5 e 26 novembre, e 10 dicembre. Non ci resta che attendere le ore 13,00 e scoprire il girone che dovranno affrontare gli azzurri. Questo il quadro completo delle quattro fasce su cui si baserà il sorteggio:

Fascia 1
Schalke (GER)
Borussia Dortmund (GER)
FC Basel (SUI)
Napoli (ITA)
Tottenham (ENG)
Ajax (NED)
Villarreal (ESP)
Rubin Kazan (RUS)
Athletic Club (ESP)
Sporting CP (POR)
Marseille (FRA)
Dnipro Dnipropetrovsk (UKR)

Fascia 2

Braga (POR)
Fiorentina (ITA)
Lazio (ITA)
Anderlecht (BEL)
Liverpool (ENG)
AZ Alkmaar (NED)
Viktoria Plzeň (CZE)
Club Brugge (BEL)
PAOK (GRE)
Celtic (SCO)
Beşiktaş (TUR)
APOEL (CYP)

Fascia 3
Monaco (FRA)
Sparta Praha (CZE)
Fenerbahçe (TUR)
Legia Warszawa (POL)
Bordeaux (FRA)
Lokomotiv Moskva (RUS)
Lech Poznań (POL)
Saint-Étienne (FRA)
Slovan Liberec (CZE)
Augsburg (GER)
Rapid Wien (AUT)
Krasnodar (RUS)

Fascia 4
Partizan (SRB)
Asteras Tripolis (GRE)
Belenenses (POR)
Rosenborg (NOR)
Qarabağ (AZE)
Molde (NOR)
Dinamo Minsk (BLR)
Groningen (NED)
Sion (SUI)
Midtjylland (DEN)
Skënderbeu (ALB)
Qäbälä (AZE)


Fatal error: Call to undefined function the_posts_pagination() in /web/htdocs/www.ilcalciocheconta.com/home/wp-content/themes/bhost/index.php on line 35