spallettiIn queste settimane, più che al calcio giocato, le società pensano sempre di più al mercato. Con l’ultima giornata di serie A si saprà quali saranno i club impegnati nella prossima Europa League, visto che è stata già decisa la vincitrice del torneo e i team che sono retrocessi in serie B. In questi giorni più che del mercato calciatori, si sta assistendo ad un vero e proprio toto-allenatori: sul fronte Juventus, Antonio Conte, che da tre anni domina il campionato italiano, vuole garanzie tecniche dalla società per cercare di creare un ciclo vincente anche in Europa. All’allenatore infatti non interessa un aumento dell’ingaggio ed è sempre più convinto che il club non gli compri i giocatori ed è pronto a fare una nuova esperienza all’estero. Stuzzica l’ipotesi Tottenham, club inglese pronto a dare carta bianca al mister sugli acquisti, visto il buon tesoretto da spendere per tornare a vincere. La società bianconera si sta già muovendo per trovare il sostituto e il nome nuovo è quello di Vincenzo Montella, attuale tecnico della Fiorentina. Proprio dal tecnico napoletano può partire un vero e proprio effetto domino, visto che la sua clausola con i viola scade il 20 Maggio. In caso di addio dell’aeroplanino, i Della Valle hanno messo gli occhi su Allegri.  In casa Milan tiene banco sempre l’ipotesi di un esonero a fine stagione di Clarence  Seedorf, nonostante l’olandese abbia un contratto di due anni con il club di Via Turati. L’AD Galliani ha in mente due nomi: Luciano Spalletti, esonerato dallo Zenit San Pietroburgo a Gennaio e Filippo Inzaghi. Per il toscano rimane l’ostacolo del club russo che non è intenzionato a dare la buona uscita; per “super Pippo”, che quest’anno ha ottenuto ottimi risultati con la Primavera rossonera, gode della fiducia dell’intera società (Berlusconi in primis) ed è pronto a fare il salto di qualità ed avere l’opportunità di allenare per la prima volta nella massima serie.  Non è da escludere una voce delle ultime ore che vede proprio Conte come prossimo allenatore del Milan.

MERCATO CALCIATORI

Manca appena un mese dall’inizio del Mondiale in Brasile e le società cercano di concludere le trattative, causa aumento del cartellino dei calciatori durante la kermesse verdeoro. Le squadre più attive sono principalmente 5: il Milan è pronto a riscattare Rami dal Valencia, chiedendo uno sconto al club spagnolo rispetto ai 7,5 milioni di euro fissati al momento del prestito. Galliani farà scadere la data fissata per diritto di riscatto (19 Maggio), ma ha già avviato i colloqui con il Valencia per riuscire ad acquistare il giocatore ad una cifra inferiore. La Fiorentina vuole rinforzare il centrocampo e nel mirino dei dirigenti viola è finito Khedira del Real Madrid, che ha ripreso a giocare da poco dopo il brutto infortunio al ginocchio che lo ha tenuto lontano dai campi di gioco per sei mesi. Il prezzo del tedesco è abbordabile vista anche la scadenze del contratto prevista per il 2015 ma l’ostacolo è l’ingaggio, poiché i 5 milioni che i “Blancos” offrono al giocatore sono fuori portata per i viola. In casa Roma dopo il rinnovo di Pjanic che ha fatto felici tutti i tifosi giallorossi,  si cerca un esterno di attacco che si adatti al 4-2-3-1 di Garcia. Il nome nuovo è quello di Alessio Cerci del Torino. Se la trattativa si concluderà sarebbe un ritorno a Roma, visto che il romano ha vestito la casacca della lupa nella stagione 2009/2010. In uscita Benatia è nel mirino delle big d’Europa visto l’ottima stagione disputata. In primis per il giocatore c’è il Chelsea di Mourinho. L’Inter è sempre alla ricerca di un attaccante e il prossimo bomber potrebbe essere spagnolo, sul taccuino oltre a Torres del Chelsea è finito Negredo del Manchester City. In casa Napoli invece si pensa al vice Higuain e Benitez ha dato il benestare ad aprire le trattative con il Milan per portare al San Paolo Pazzini. L’attaccante vuole attendere prima come si mettono le cose e attendere il prossimo allenatore rossonero per giocarsi le sue carte la prossima stagione. Per il mercato estero c’è un offerta ufficiale del Barcellona per Cuadrado della Fiorentina, il cui cartellino è per metà dei viola e per metà dell’Udinese. Il club spagnolo ha deciso che è il colombiano l’erede per la fascia destra di Daniel Alves, prossimo acquisto del Paris Saint Germain. I Blaugrana hanno messo sul piatto ben 35 milioni di euro. Questa è al momento l’offerta più alta che va a superare quella del Bayern Monaco che per il giocatore ha proposto 25 milioni di euro. Insomma sarà caccia al numero 11 viola perché il calciatore fa gola alle big d’Europa.