cagavelGli irpini costretti ad arrendersi sul 2-1 al Sant’Elia

 

Per la terza giornata del campionato Cadetto, l’Avellino di mister Tesser fa visita al Cagliari dell’ex Rastelli. Al Sant’Elia è stato un match che ha visto la superiorità dei padroni di casa dimostrando che i sardi sono sulla buona strada per raggiungere la promozione diretta in serie A. anche se il campionato è lungo per ora i rossoblu hanno fatto del campo di casa, un vero e proprio fortino con 0 reti subite avendo creato una vera e propria macchina perfetta. Al fischio d’inizio al 60’ Sau va vicinissomo al vantaggio, ma l’attaccante non approfitta dell’errore di Frattali. Questo è solo una preparazione al goal che arriva puntuale 8’ più tardi con la posizione presunta di fuorigioco della punta sarda che può festeggiare il suo 3° goal in altrettante gare. In un primo tempo di marca Cagliari ci sono sprazi di Avellino con Mukulu che a 9’ dalla fine del primo tempo manda a lato la sfera dopo una bello scambio tra Trotta e Insigne. Finisce così la prima frazione di gara: Cagliari 1 Avellino 0. Nel secondo tempo gli ospiti partono meglio e al 50’ ancora Mukulu ha un opportunità stratosferica per pareggiare, ma il giocatore a tu per tu con Storari non riesce a trovare il goal. Al 57’ goal mangiato goal subito con Melchiorri che batte Frattali trovando così il primo sigillo in campionato. Intorno alla mezz’ora sono ancora i padroni di casa ad andare vicino alla segnatura ma il palo dice no alla prima doppietta stagionale di Sau. Al 65’ gli irpini hanno l’opportunità di accorciare le distanze ma un superlativo Storari nega la rete a Soumarè. I biancoverdi non demordono e trovano il meritato goal all’85’ con capitan Arini. Per gli ospiti è stata una battuta di arresto dopo i 3 punti conquistati sabato scorso contro il Modena. La squadra rimane a quota 3 punti e possono rialzare la testa già nel prossimo match (turno infrasettimanale) quando al Partenio arriva il Novara.

TABELLINO

Cagliari (4-3-1-2): Storari; Pisacane (dal 13′ st Murru), Salamon, Capuano, Balzano; Dessena, Di Gennaro (dal 37′ st Fossati), Joao Pedro; Farias (dal 24′ st Deiola); Melchiorri, Sau. A disp.: Cragno, Krajnc, Munari, Fossati, Tello, Giannetti, Cerri. All.: Rastelli.

Avellino (4-3-1-2): Frattali; Nica, Biraschi, Ligi, Visconti; Bastien (dal 10′ st Jidayi), Arini, Gavazzi (dal 28′ pt Zito); Insigne (dal 16′ st Soumaré); Trotta, Mokulu. A disp.: Offredi, Nitriansky, Giron, Chiosa, Rea, Tavano. All.: Tesser.

Arbitro: Baracani di Firenze.