cellino

 

La Corte di Giustizia federale ha accolto il ricorso presentato dal Cagliari e ha annullato l’inibizione di due mesi al presidente Cellino e l’ammenda di quindicimila euro alla società per responsabilità oggettiva. Cellino era stato inibito per aver avuto rapporti con un agente Fifa sotto squalifica. La Corte ha ritenuto insussistente la violazione e ha perciò annullato la sanzione come richiesto dall’avvocato della società, Mattia Grassani