Manca ancora l’ufficialità ma in questi minuti Pepe Reina sta sostenendo le visite mediche a Villa Stuart per poi firmare il contratto che lo vedrà tornare protagonista in Serie A con la maglia del Napoli. Il portiere spagnolo, 33 anni ad agosto, tornerà così alle falde del Vesuvio dopo una stagione da non protagonista nel Bayern Monaco, dove il fuoriclasse dei pali Neuer gli ha concesso poche chance di mettersi in luce. Reina firmerà un contratto di tre anni a 2.5 milioni di euro a stagione, m

Reina a Villa Stuart per le visite mediche. Poi sarà il momento della firma del contratto

Reina a Villa Stuart per le visite mediche. Poi sarà il momento della firma del contratto

eno di quanto ha guadagnato nella prima stagione napoletana (2013/14) e meno di quanto chiedeva lo scorso anno prima di volare in Germania.

Per il Napoli e per Sarri si tratta di un rinforzo importante, perché darà sicuramente sicurezza all’intero reparto difensivo, mettendo fine all’incertezza tra i pali dopo le stagioni non brillantissime di Mariano Andujar e Rafael. Proprio questi due, insieme a Luigi Sepe e Roberto Colombo, compongono l’ampia sezione dei portieri del club azzurro. Ben cinque numeri uno per un solo posto da titolare. L’agente di Sepe ha fatto sapere di un’offerta importante di un club della Serie A pervenutagli nelle ultime ore. Per Andujar sembra possibile possa fare ritorno in argentina, così come Rafael potrebbe tornare al Santos, società in cui è cresciuto. Colombo, 40 anni, vorrebbe ritirarsi la prossima stagione e potrebbe dunque rimanere ancora un anno per fare il terzo, alle spalle anche di Sepe o, a questo punto, Sportiello, le cui prestazioni hanno convinto sia De Laurentis che Giuntoli a fare un sacrificio per portarlo subito a Napoli e farlo crescere alle spalle di Pepe Reina. Il tutto condito però da un curioso dato di fatto: ad oggi il club non ha un preparatore dei portieri (si è fatto il nome di Gennaro Iezzo, ma è tutto ancora in alto mare).