Il presidente del Benevento Vigorito

Il presidente del Benevento Vigorito

Le mani sul contratto Riccardo Allegretti le ha messe non più tardi di un mese fa, accasandosi, da svincolato, alla corte di Vigorito, il presidentissimo del Benevento, inserito nel girone C di Lega Pro ed in piena bagarre per il primato nel raggruppamento. Ma dopo appena 30 giorni, sembrava che il36enne centrocampista ex di, tra le altre (Allegretti è un gira-Italia), di Chievo Verona, Avellino e Bari, non servisse più alla squadre di mister Brini e dunque la società sannita era pronta a dargli il ben servito a causa dlle scarse condizioni fisiche del metodista milanese.

E invece, ieri, il colpo di scena. Allegretti sta bene, Allegretti non rescinde più, Allegretti non va via. Insomma, Allegretti resta. Lo hanno deciso di comune accordo il calciatore, lo stesso Brini e Vigorito, in base alle rassicurazioni giunte da Roma, dall’ormai arci-nota clinica romana di VIlla Stuart, che conferma che per il centrocampista lombardo non si tratta di nulla di grave. E infatti lo stesso Allegretti è tornato già ad allenarsi in gruppo e la sua disponibilità potrebbe essere immediata già dalle prossime settimane. Motivo in più per sorridere per il tecnico dei giallo-rossi, che ora in quella stessa posizione di campo ha due calciatori, sì “vecchietti”, passatemi il termine, ma davvero dai piedi buoni: Riccardo Allegretti e Gaetano D’Agostino.