bayernjuveNapoli – E’ terminata col punteggio di 2-0 a favore dei tedeschi la gara d’andata valevole per i quarti di finale di Champions League. Bayern subito avanti dopo appena 30 secondi di gioco con un tiro da oltre 30 metri che prende uno strano effetto tanto da ingannare un campione del calibro di Buffon. La Juventus tenta una timida reazione ed è pericolosa in due occasioni, su una punizione di Pirlo e su una conclusione da fuori di Vidal. Da quel momento i bianconeri vengono schiacciati dai padroni di casa. Pericolosissime alcune giocate di Ribery e Robben, devastanti e imprendibili palla al piede, un pò imprecisi nella conclusione. Nella ripresa l’inerzia della partita non cambia con gli uomini di Heykness sempre più decisi a voler cercare la rete. Goal che infatti arriva con Muller e che fissa il punteggio sul 2-0. Un risultato che non sarà facile da ribaltare nel match di ritorno soprattutto perche il Bayern appare una corazzata fatta di singoli di grandi qualità che messi insieme formano un’orchestra di altissimo livello. Tutto ciò è merito del tecnico Heykness, autore di un vero e proprio capolavoro. Peccato che nella prossima stagione debba lasciar posto a Guardiola. La Juventus non ha girato ne nei singoli ne come squadra. Sono mancati soprattutto giocatori con le caratteristiche di Ribery e Robben, capaci di prendere palla e saltare l’uomo creando la superiorità numerica. Conte con queste qualità in organico ha solo Vucinic e Giovinco che però quando nel secondo tempo sono stati buttati nella mischia non hanno inciso anche perche entrambi non sono al meglio della condizione.